In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere il migliore tiralatte per le proprie esigenze.

Il tiralatte è uno strumento che permette alla mamma di estrarre il latte dal seno per poi offrirlo al bebè, quando per motivi diversi, non abbia modo di attaccarlo direttamente al capezzolo. Il meccanismo di funzionamento riproduce quanto di più fedelmente possibile quello caratteristico della suzione da parte del neonato: per questo, anche se l’allattamento al seno viene sospeso o interrotto, il suo utilizzo consente di mantenere attiva la produzione di latte da parte della ghiandola mammaria.

Il tiralatte si presenta come un contenitore munito di un imbuto cui fare aderire il capezzolo, una volta messo in funzione esso esercita una pressione che determina l’estroflessione del capezzolo e la conseguente fuoriuscita di latte. In commercio esistono diversi modelli di tiralatte, manuali e elettrici. Entrambi i tipi vengono attivati da un sistema a pompa che può essere attivato manualmente o elettricamente; il latte estratto, poi, viene raccolto in un contenitore sterilizzato. Dopo l’estrazione il latte può essere subito offerto al piccolo nel biberon oppure conservato (in frigorifero o in freezer) e utilizzato in un secondo momento.

Quando Smettere di Allattare

In genere, il bimbo succhia al seno fino all’inizio dello svezzamento, cioè fino al quinto-sesto mese, quando avviene il passaggio graduale da un’alimentazione di solo latte ai primi cibi solidi. Tuttavia, non c’è motivo per interrompere le poppate perché i vantaggi dell’allattamento al seno possono protrarsi fino all’anno di vita e anche oltre.

Occorre sapere, però, che più il bimbo succhia, più il latte nella mamma si riforma perché con la suzione si stimola il seno a continuare a produrre il latte. Introducendo altri alimenti nella dieta, è quindi normale che la produzione di latte rallenti in modo graduale, fino a scomparire del tutto se il seno non viene più stimolato con la suzione.

La scelta di quanto continuare ad allattare dipende dalla mamma, tenendo conto di diversi aspetti, come la ripresa del lavoro o il senso di stanchezza fisica che può avvertire dopo un certo periodo. In ogni caso, quando si decide di smettere, il metodo è semplice: basta evitare di offrire il seno al bebé. Se la ghiandola mammaria non è più stimolata, automaticamente smetterà di produrre latte.

Durante questa fase di passaggio, tuttavia, il seno può essere dolente e quindi può essere necessario togliere con un particolare strumento, il tiralatte, quella minima quantità di latte sufficiente per alleviare il senso di tensione. Nel caso in cui, però, sia necessario interrompere le poppate in maniera più veloce, in genere si prescrivono alla mamma appositi farmaci che bloccano la lattazione.

Vantaggi del Latte Materno

Gli esperti consigliano di nutrire il bimbo con il latte della mamma fino ad almeno i sei mesi di vita. Tutti gli studi scientifici, infatti, sono concordi nell’affermare che il latte materno sia l’alimento più indicato per il neonato, in quanto contiene tutte le sostanze nutritive (grassi, proteine, zuccheri, vitamine e sali minerali) nelle giuste proporzioni per le esigenze di crescita del piccolo ed è facilmente assimilabile dal suo apparato digerente.

Il latte materno, poi, grazie al suo ricco contenuto di anticorpi, cioè fattori di difesa, rafforza il sistema immunitario del bebé, proteggendolo dall’attacco di virus e batteri. È dimostrato, poi, che il bimbo allattato con latte materno è meno soggetto al rischio di allergie, in quanto le sostanze fornitegli abituano il suo organismo ad avere una risposta immunitaria, cioè di difesa, più efficace di fronte agli agenti esterni.

Inoltre, l’allattamento esclusivo al seno permette di prevenire il rischio di obesità nell’età adulta. Ciò sembra essere legato sia al bilanciato apporto di nutrienti presenti nel latte materno sia al fatto di indurre una migliore autoregolazione nell’assunzione del latte da parte del neonato, che si abitua da subito a mangiare solo ciò che gli serve.

L’unicità del latte materno non si esaurisce nella perfetta composizione dei suoi nutrienti, ma si riferisce anche alla straordinaria opportunità di interazioni psicologiche tra la mamma e il bambino che l’atto del nutrire permette.

Benefici dell’Allattamento al Seno per la Mamma

Che l’allattamento al seno si riveli salutare sia per la mamma sia per il piccolo, questo si sa. Forse, però, non tutti conoscono il perché di questi benefici. L’estrazione del latte non è certo un sacrificio da imporsi, ma un’efficace misura di benessere e di prevenzione per la mamma e per il bambino. Vediamone di seguito i principali vantaggi.

Svuotare regolarmente le mammelle aiuta la mamma a mantenere un’elevata produzione di latte e non solo. Infatti assicura al bebè il nutrimento ideale per la sua crescita, diminuendo il rischio di insorgenza di alcune malattie e delle allergie più frequenti con il latte artificiale.

Allattare al seno vuol dire prevenire il rischio di ingorgo mammario e il disagio del gocciolio dei seni, legato alla diminuzione del numero e della frequenza delle poppate. Evita anche disturbi come l’ostruzione dei dotti galattofori e le mastiti, tipici del salto delle poppate e del mancato svuotamento delle mammelle.

Come Funziona il Tiralatte

Bestseller No.1
Medela 030.0028 Swing - Tiralatte elettrico
Medela 030.0028 Swing - Tiralatte elettrico
  • tiralatte elettrico
  • tecnologia 2-phase Expression
  • tettarella Calma in omaggio
  • possibilità di regolazione del vuoto
  • Medela
Bestseller No.2
Regolabile tiralatte manuale con coperchio per l' allattamento al seno bottiglia latte Saver macchina per la pappa
Regolabile tiralatte manuale con coperchio per l' allattamento al seno bottiglia latte Saver macchina per la pappa
  • 100% Made from food grade silicone & eco-friendly; testato per garantire Zero Chemical lisciviazione, non tossico, senza BPA, ftalati, PVC e senza piombo. e 'abbastanza sicuro per mamma, il bambino e il nostro ambiente
  • Portatile, morbido e infrangibile; Design ultra leggero e perfetto per i viaggi; corrispondenza con una guarnizione Storage capezzolo e dare da mangiare e conservare latte più conveniente; nessuna batteria richiesta
  • Impugnatura ergonomica caratteristica riducono la forza di presa e rendere il premere il più veloce risparmio, che permettono di latte una sorta di suzione del godimento per mamma
  • Miglior uso: alleviare il dolore al seno materno, grumi, mastite e persino con alloggiamento da, seno, non è solo un tiralatte acquistare, soprattutto sul petto cura e salute del bambino
  • Facile da pulire: può essere sterilizzato in acqua bollente. Confezionamento sottovuoto a inibisce la crescita dei batteri, muffe e lievito. Inoltre, sarà più comodo quando si hanno un sicuro e in tutta la disinfezione ogni volta utilizzando
Bestseller No.3
Philips Avent SCF330/20 Tiralatte Manuale Natural con Cuscinetti Massaggianti, Include Tettarella (0+ m) e Biberon (125 ml)
Philips Avent SCF330/20 Tiralatte Manuale Natural con Cuscinetti Massaggianti, Include Tettarella (0+ m) e Biberon (125 ml)
  • Posizione più confortevole: siediti comodamente e rilassati durante l'estrazione (senza bisogno di chinarti in avanti)
  • Morbidi cuscinetti massaggianti - donano una sensazione di calore sulla pelle, stimolando in modo delicato la produzione naturale di latte
  • Design leggero e compatto, facilità d'utilizzo, conservazione e trasporto
  • Include tiralatte con impugnatura e coppa di misura standard
  • Include tettarella Natural "Prime poppate" morbida, 1 foro (0 m+) e biberon Natural 125 ml
Bestseller No.4
Medela 005.2052 Harmony Tiralatte Manuale, Giallo
Medela 005.2052 Harmony Tiralatte Manuale, Giallo
  • Efficiente: più latte in meno tempo grazie alla tecnologia 2-Phase Expression Medela
  • Confortevole: la maniglia ergonomica permette una estrazione del latte comoda
  • Maneggevole: la sua leggerezza lo rende ideale per l'estrazione in casa e fuori casa
  • Sicuro: privo di lattice e di Bisfenolo-A
  • Semplice: facile da assemblare e da pulire
Bestseller No.5
Frankbaby Elettrico Tiralatte con la bottiglia e capezzoli privo di BPA naturale Confortevole silenzioso con cavo USB
Frankbaby Elettrico Tiralatte con la bottiglia e capezzoli privo di BPA naturale Confortevole silenzioso con cavo USB
  • 1. Facile da usare: nove regolabile di aspirazione fasi per controllo, interfaccia USBper adattarsi alle diverse situazioni.
  • 2. Naturale e confortevole:. Massaggio delicato con atmosfera calda, aiutaa mantenere sani seni e capezzoli.
  • 3. Anti-back flusso: Sistema chiuso Design garantiti contro latte entrare il tubo.
  • 4. Basso rumore tecnologia: esso è estremamente silenzioso consente alla pompasenza disturbare il bambino mentre dorme.
  • 5. Facile da montare e pulire: ogni componente può essere montato e smontato con flessibilità.

Il tiralatte permette di estrarre il latte dal seno materno per poi offrirlo al piccolo in tutti i casi in cui, per vari motivi, non sia possibile attaccarlo direttamente al seno. Si tratta di un accessorio di grande aiuto, per esempio se la mamma deve rientrare al lavoro o se compare qualche disturbo specifico, come l’ingorgo mammario.

Il tiralatte si usa attaccando al seno una sorta di coppa, di solito in silicone, che massaggia la mammella e imita la suzione del bebé. Nei modelli manuali occorre premere la leva per provocare la fuoriuscita del latte dal capezzolo, mentre nel tiralatte elettrico questa operazione è automatica, poiché vi è un dispositivo a batteria. I tiralatte sono predisposti per raccogliere direttamente il latte nel biberon oppure in sacchetti sterilizzati.

Il latte materno può essere conservato poi in frigorifero o in freezer. In questo modo, il bebé avrà sempre a disposizione il latte della mamma per la poppata. Qussto accessorio stimola la produzione di latte da parte delle ghiandole mammarie, perché simula il movimento di suzione del bimbo.

Se la mamma non può allattare al seno, può usare il tiralatte quando lo desidera. L’ideale è ogni tre-quattro ore, per mantenere costante l’attività delle ghiandole mammarie. In genere, è meglio spremere il latte da entrambe i seni, per svuotarli correttamente.

Tiralatte Manuale e Tiralatte Elettrico

A seconda delle proprie esigenze, la neomamma può scegliere entro un’ampia offerta di modelli di tiralatte. Le tipologie principali sono tre.

Tiralatte Manuale
Comprendono i modelli a pompa, funzionano tramite una maniglia da azionare manualmente, e a siringa, da utilizzare facendo scorrere un cilindro su un pistone. Sono quelli più economici silenziosi e semplici da usare. Sono indicati quando non si debbano estrarre grosse quantità di latte, considerato che l’aspirazione risulta piuttosto impegnativa. Il prezzo può variare dai 20 ai 50 euro.

Tiralatte Elettrico di Piccole Dimensioni
Anche questi sono modelli pratici e facilmente trasportabili. In genere funzionano a batteria o con un trasformatore. Sono comodi per un uso frequente e consentono di estrarre il latte più velocemente. Il loro costo medio è di 100 euro. I tiralatte più avanzati presentano meccanismi di aspirazione più o meno potenti, in modo da adattarsi a tipi di allattamento diversi. Alcuni sono anche dotati di morbidi cuscinetti che stimolano la zona esterna al capezzolo, per favorire la fuoriuscita del latte. Ovviamente tutti i tiralatte sono smontabili, e meno pezzi hanno, più semplice risulta essere la pulizia.

Tiralatte Elettrico di Grande Dimensioni
Sono modelli professionali o semi professionali consigliati quando occorre estrarre grandi quantità di latte, come nel caso di gemelli. Dato il loro costo elevato è consigliabile noleggiarli presso farmacie o negozi specializzati.

Conservazione del Latte Materno

Il latte materno si può spremere e conservare, senza intaccarne il valore nutritivo e la sicurezza igienica.

Ogni mamma deve provare e poi proseguire con il metodo preferito. Le possibilità sono due, la spremitura manuale o con il tiralatte. La spremitura manuale non ha controindicazioni. È molto semplice. Anzitutto, occorre qualche minuto di pazienza, perché il latte non sgorga subito.

Prima, occorre stimolare il capezzolo, per avviare il riflesso ossitocinico e favorirne la fuoriuscita. In alternativa, si può usare il tiralatte, manuale o elettrico. Quello elettrico ha il vantaggio della praticità, ma è più ingombrante. Maneggevole il tipo a siringa, che si può infilare facilmente in borsa ed esercita comunque una spremitura efficace.

Poi, c’è quello a pompa. Usufruire quotidianamente delle ore di permesso previste dalla legge (frazionate o cumulate, in accordo con il datore di lavoro) permette di tornare a casa per le poppate, oppure di accorciare sensibilmente l’orario di lavoro. In ogni caso, ci si può estrarre il latte senza problemi con il tiralatte.

Il tiralatte si può utilizzare in qualunque momento della giornata, senza avere alcun timore di esaurire le “scorte” della mammella, ma anzi nella certezza che il suo impiego incrementerà l’attività della ghiandola mammaria.

Il tiralatte più pratico per un utilizzo protratto è quello elettrico, che richiede solo di essere applicato al seno. Per quanto riguarda la conservazione dei latte, è consigliabile usare gli specifici contenitori in plastica con il coperchio: prima di utilizzarli vanno sterilizzati oppure lavati con acqua calda e sapone e sciacquati sotto acqua corrente.

Ogni contenitore, che può essere usato direttamente con il tiralatte, va riempito con la quantità di latte necessaria a una poppata e poi chiuso. Il latte materno può essere conservato per un massimo di otto ore a temperatura ambiente e per un massimo di 24-48 ore in frigorifero. Se si desidera conservarlo per periodi più lunghi si può riporre nel freezer, dove può rimanere per un massimo di tre mesi.

Va poi scongelato nel frigo o in una ciotola di acqua fredda, ma è sconsigliabile scongelarlo a temperatura ambiente o in modo brusco. Per scaldarlo si deve ricorrere al metodo a bagnomaria: il contenitore va cioè posto in un pentolino di acqua calda. Una volta scaldato, il latte non è più conservabile, quindi gli eventuali avanzi devono essere gettati.

Quando Utilizzare il Tiralatte

L’utilizzo del tiralatte è imposto in alcune situazioni diciamo d’emergenza per cause esterne ma anche per problemi legati al seno. Vediamo qui di seguito quando si ricorre di solito al suo utilizzo:

Il modo migliore e più pratico per dare il latte materno a un bambino è senz’altro quello di attaccarlo direttamente al seno affinché possa assumere il prezioso alimento dalla ‘fonte” ma se all’inizio dell’allattamento il piccolo non riesce a succhiare bene, può essere utile aiutarsi con un tiralatte per svuotare il seno e offrire il latte al bebè con il biberon. In questo modo, poi, si stimola la produzione di nuovo latte. Il latte estratto può essere dato subito al piccolo oppure conservato in frigorifero (per 24 ore al massimo) o in freezer.

Talvolta, è necessario ricorrere all’utilizzo di latte materno spremuto, in modo particolare quando il piccolo non riesce a esercitare una suzione efficiente, in quanto non ha la forza di attaccarsi al seno o non è in grado di coordinare i movimenti di suzione e deglutizione.. È il caso dei bambini di basso peso, vuoi perché nati prima del termine (nati prima della 36a settimana) o per un ritardo di accrescimento in utero. Per quelli, comunque, che soffrono di patologie o disturbi particolari. La spremitura, che può essere manuale o meccanica, richiede l’uso di tiralatte manuali oppure elettrici. Questi ultimi sono particolarmente efficienti e vale la pena di ricorrervi soprattutto quando l’esigenza di fornire il latte così al proprio figlio si protragga.

La neomamma deve tornare a lavarare. In questo caso può estrarre il latte e preparare le scorte necessarie al bambino ricorrendo al tiralatte. Soprattutto all’inizio, sarebbe consigliabile portare questa strumento in ufficio: non potendo allattare il piccolo con i ritmi dei mesi precedenti, dopo qualche ora di “inattività” il seno tende a gonfiarsi e a divenire dolente e svuotarlo può alleviare questo disagio. Il tiralatte può essere utile anche se la mamma rientra presto al lavoro, ma non vuole rinunciare a offrire il suo latte al piccolo. In questo modo, può estrarre il latte e fare delle scorte monodose che si possono conservare in frigorifero o in freezer, per offrirlo al bebé in sua assenza con il biberon.

Le trasformazioni che il seno va subendo in funzione dell’allattamento e la stimolazione del capezzolo esercitata dal neonato, tendono a favorire la comparsa di alcuni disturbi che potrebbero rendere necessario, almeno temporaneamente, il ricorso al tiralatte.

Utilizzo del Tiralatte per la Mamma Deve Tornare a Lavoro

Risulta essere una domanda che, prima o poi, tutte le mamme che riprendono l’attività lavorativa dopo la nascita del loro bambino si pongono, capire se è proprio vero che le poppate al seno sono inconciliabili con la professione.

Le neomamme avrebbero tutto il diritto di ricevere un’informazione adeguata su questo punto e di essere rassicurate. Dare il proprio latte a un figlio e, nello stesso periodo, recarsi a lavoro, non è sicuramente impossibile. Numerosi studi, infatti, hanno dimostrato il contrario. Tanto che le mamme impegnate su questo duplice fronte si dichiarano, oltre che molto soddisfatte, pronte a rifarlo anche nell’eventualità di una seconda gravidanza.

Tornare a lavoro dopo qualche mese di allattamento porta quasi sempre ad un senso di disorientamento, non solo per un nuovo ritmo scandagliato da nuovi orari ma anche a livello psicologico. Distaccarsi dal proprio bimbo senza sensi di colpa non è facile, ancor di più lo è dover affidarlo ad un’altra persona che si prenda cura di lui. Dopo qualche mese a stretto contatto, ogni mamma ha imparato a riconoscere le esigenze di suo figlio e vive in perfetta sintonia con lui. Ecco perché spezzare l’intesa può suscitare un certo disagio e qualche senso di colpa.

Anche se si è tornate in ufficio meglio non abbandonare l’abitudine di offrire il seno al proprio piccolo prima di recarsi a lavoro e al vostro rientro in modo da sentirsi sollevate dai sensi di colpa, riaffermare la propria capacità di essere “mamme” e magari anche un modo in più per rilassarsi e distaccarsi da tanto stress accumulato grazie ad un piccolo gesto d’amore. C’è anche tanto orgoglio in questo gesto: il bambino crescerà forte e sano grazie al vostro latte naturale, una vera protezione contro le malattie.

Alcune donne riprendono a lavorare, per necessità o per scelta, già allo scadere dell’astensione obbligatoria per maternità, alla fine del terzo mese di vita del bambino. Ma la maggioranza sceglie di posticipare il distacco almeno al sesto mese. In ogni caso, la legge tutela i diritti delle neomamme, garantendo permessi giornalieri proprio per l’allattamento.

Proprio in questa direzione va una legge del 2000, o dell’astensione flessibile per maternità, che consente di posticipare il congedo fino a un mese prima del parto (sempreché le condizioni di salute della gestante lo consentano), per poi rimettersi in dritta recuperando recuperare i giorni lavorativi dopo la nascita del bebé. D’altronde, oggi i pedagogisti sono concordi nel considerare la relazione che si instaura tra mamma e bambino nei primi mesi di vita molto importante per un giusto equilibrio sia per uno che per l’altra.

Più in anticipo viene fatto questo distacco, più cresce la probabilità che la neomamma si senta in uno stato di crisi. Questo vale anche per quelle donne molto orientare alla carriera come le donne manager, che risentono ancor di più di quell’eterno conflitto tra carriera e la professione di essere mamme. Tanto che, alla fine, sono le ragioni del bambino a prevalere, nonostante il proposito di molte durante l’attesa di trovare al più presto una babysitter..

Se, come avviene spesso, la mamma riprende a lavorare dopo il sesto mese (età ideale per iniziare lo svezzamento), il piccolo può prendere il suo latte prima che lei esca, poi fare la pappa a mezzogiorno e una poppata al suo rientro. Se la mamma riprende il lavoro già all’inizio del quarto mese di vita del bimbo, età in cui l’allattamento dovrebbe ancora essere “esclusivo”, occorre garantirgli il nutrimento necessario anche in sua assenza, imparando a togliersi il latte e a farne scorta attraverso uno strumento utile chiamato tiralatte.

I Timori da Superare

Alcuni ostacoli, naturalmente, ci sono. Ma non devi preoccuparti.

Vediamo quali sono le maggiori difficoltà che si incontrano in questo delicato passaggio. La stanchezza, la rigidità degli orari oppure la probabile diminuzione del latte prodotto? Un pò tutte queste cose assieme: il problema principale è il distacco dal bimbo e la delega di responsabilità a un’altra persona, che non sempre gode subito della piena e incondizionata fiducia della mamma.

Insomma, c’è un’ansia di fondo, che è soprattutto legata alla prima, vera separazione, ma che poi investe anche altri aspetti. C’è la paura, inevitabile, che il latte diminuisca. Il timore di non farcela a continuare. L’angoscia che il bambino non riesca a prendere tutto il nutrimento che gli serve per crescere.

Il latte può diminuire. Questa eventualità è possibile e dipende dal calo di frequenza delle poppate ma la soluzione è a portata di mano, innanzitutto occorre, una volta rientrate a casa, tenere il piccolo attaccato al seno il più possibile. Sarebbe opportuno, comunque, cercare di togliersi il latte con il tiralatte più spesso anche durante l’orario d’ufficio.

L’offerta del seno è un gesto d’affetto che va ben oltre la necessità pratica di nutrire il piccolo. Insomma, è una piacevole vicinanza, fatta di coccole, di intimità, di contatto di pelle.

Prezzi Tiralatte

Le marche di tiralatte più famose sono due, Philips Avent e Medela. Tuttavia anche i modelli propositi da altre marche come la Chicco o Prenatal sono validi e affidabili. Proprio Chicco propone, fra i tanti, un tiralatte elettrico Allattasicuro che permette di estrarre il latte senza sforzo con lo stesso ritmo fisiologico adottato dal bambino durante l’allattamento al seno.

L’intensità di estrazione è regolabile. Il costo del tiralatte Chicco elettrico è di circa 150,00 euro. Invece Prenatal presenta un mini tiralatte elettrico che estrae il latte dal seno in modo veloce e delicato, offrendo subito benessere al seno della mamma.

Seguendo le indicazioni messe a disposizione in questa guida è possibile scegliere il migliore tiralatte per le proprie esigenze in modo semplice e veloce.

Bestseller No.1
Medela 030.0028 Swing - Tiralatte elettrico
Medela 030.0028 Swing - Tiralatte elettrico
  • tiralatte elettrico
  • tecnologia 2-phase Expression
  • tettarella Calma in omaggio
  • possibilità di regolazione del vuoto
  • Medela
Bestseller No.2
Regolabile tiralatte manuale con coperchio per l' allattamento al seno bottiglia latte Saver macchina per la pappa
Regolabile tiralatte manuale con coperchio per l' allattamento al seno bottiglia latte Saver macchina per la pappa
  • 100% Made from food grade silicone & eco-friendly; testato per garantire Zero Chemical lisciviazione, non tossico, senza BPA, ftalati, PVC e senza piombo. e 'abbastanza sicuro per mamma, il bambino e il nostro ambiente
  • Portatile, morbido e infrangibile; Design ultra leggero e perfetto per i viaggi; corrispondenza con una guarnizione Storage capezzolo e dare da mangiare e conservare latte più conveniente; nessuna batteria richiesta
  • Impugnatura ergonomica caratteristica riducono la forza di presa e rendere il premere il più veloce risparmio, che permettono di latte una sorta di suzione del godimento per mamma
  • Miglior uso: alleviare il dolore al seno materno, grumi, mastite e persino con alloggiamento da, seno, non è solo un tiralatte acquistare, soprattutto sul petto cura e salute del bambino
  • Facile da pulire: può essere sterilizzato in acqua bollente. Confezionamento sottovuoto a inibisce la crescita dei batteri, muffe e lievito. Inoltre, sarà più comodo quando si hanno un sicuro e in tutta la disinfezione ogni volta utilizzando
Bestseller No.3
Philips Avent SCF330/20 Tiralatte Manuale Natural con Cuscinetti Massaggianti, Include Tettarella (0+ m) e Biberon (125 ml)
Philips Avent SCF330/20 Tiralatte Manuale Natural con Cuscinetti Massaggianti, Include Tettarella (0+ m) e Biberon (125 ml)
  • Posizione più confortevole: siediti comodamente e rilassati durante l'estrazione (senza bisogno di chinarti in avanti)
  • Morbidi cuscinetti massaggianti - donano una sensazione di calore sulla pelle, stimolando in modo delicato la produzione naturale di latte
  • Design leggero e compatto, facilità d'utilizzo, conservazione e trasporto
  • Include tiralatte con impugnatura e coppa di misura standard
  • Include tettarella Natural "Prime poppate" morbida, 1 foro (0 m+) e biberon Natural 125 ml
Bestseller No.4
Medela 005.2052 Harmony Tiralatte Manuale, Giallo
Medela 005.2052 Harmony Tiralatte Manuale, Giallo
  • Efficiente: più latte in meno tempo grazie alla tecnologia 2-Phase Expression Medela
  • Confortevole: la maniglia ergonomica permette una estrazione del latte comoda
  • Maneggevole: la sua leggerezza lo rende ideale per l'estrazione in casa e fuori casa
  • Sicuro: privo di lattice e di Bisfenolo-A
  • Semplice: facile da assemblare e da pulire
Bestseller No.5
Frankbaby Elettrico Tiralatte con la bottiglia e capezzoli privo di BPA naturale Confortevole silenzioso con cavo USB
Frankbaby Elettrico Tiralatte con la bottiglia e capezzoli privo di BPA naturale Confortevole silenzioso con cavo USB
  • 1. Facile da usare: nove regolabile di aspirazione fasi per controllo, interfaccia USBper adattarsi alle diverse situazioni.
  • 2. Naturale e confortevole:. Massaggio delicato con atmosfera calda, aiutaa mantenere sani seni e capezzoli.
  • 3. Anti-back flusso: Sistema chiuso Design garantiti contro latte entrare il tubo.
  • 4. Basso rumore tecnologia: esso è estremamente silenzioso consente alla pompasenza disturbare il bambino mentre dorme.
  • 5. Facile da montare e pulire: ogni componente può essere montato e smontato con flessibilità.
Bestseller No.6
Chicco Natural Feeling Tiralatte Manuale, Confortevole e Veloce, con Estrazione del Latte Facilitata
Chicco Natural Feeling Tiralatte Manuale, Confortevole e Veloce, con Estrazione del Latte Facilitata
  • Tiralatte manuale pratico, confortevole e delicato
  • Estrazione del latte facile con Chicco System
  • Maniglia ergonomica per il comfort
  • Approvato dalle mamme e dalle ostetriche
  • Artsana
Bestseller No.7
DORSION Portatile Singolo Elettrico Tiralatte Pompa (Elettrico Tiralatte)
DORSION Portatile Singolo Elettrico Tiralatte Pompa (Elettrico Tiralatte)
  • La scelta migliore della mamma, liscia , sicuro, confortevole .
  • L'uso di materiale PP e silicone, non contiene Bisfenolo a, non produce sostanze nocive, resistenti ad alta temperatura, facili da pulire
  • Raccolta del latte di aspirazione del seno Utilizzando il materiale PP super conveniente, non sprecare il latte materno.
  • Flusso a bassa pressione, massaggio di due minuti, efficace raccolta di 28 minuti, commutazione automatica, più comodità e scientificità e non ha dolore
  • 45 giorni di rimborso, 12 mesi di garanzia di qualità.L'aspetto è piccolo e leggero, facile da memorizzare e da trasportare, succhiato più rilassato mentre si esce.
Bestseller No.8
VOSMEP Elettrico Tiralatte, USB BPA-libero & 100% Qualità del cibo Raddoppiare Pompa di latte, Massaggi & La prolattina Modo SH043
VOSMEP Elettrico Tiralatte, USB BPA-libero & 100% Qualità del cibo Raddoppiare Pompa di latte, Massaggi & La prolattina Modo SH043
  • BPA-free e 100% di silicone alimentare.
  • Cuscini leggero massaggio per una sensazione di confortevole
  • Fornisce una modalità di stimolazione delicata e quattro impostazioni di pompaggio
  • La doppia pompa del seno è il risparmio perfetto per le madri.
  • Una guarnizione sicura e una buona misura porta ad un pompaggio più efficiente. Vi diamo il benvenuto a contattarci direttamente via e-mail se hai domande o problemi.
Bestseller No.9
Chicco 028250 - Tiralatte classico
Chicco 028250 - Tiralatte classico
  • Sistema di controllo della velocità di suzione: regola l'intensità di aspirazione
  • Semplice da sterilizzare
  • Il contenitore è compatibile con ghiera e tettarella Benessere (inclusi nella confezione), e si strasforma in un pratico biberon pronto all'uso
  • Artsana
Bestseller No.10
Tiralatte elettrico - PiAEK USB BPA-libero 100% Qualità del cibo Raddoppiare Pompa di latte Massaggi La prolattina
Tiralatte elettrico - PiAEK USB BPA-libero 100% Qualità del cibo Raddoppiare Pompa di latte Massaggi La prolattina
  • Il design a doppia aspirazione al seno è il migliore risparmio di tempo per le mamme, morbido cuscino di massaggio a caldo per stimolare il flusso di latte delicatamente, accelerare l’estrazione del latte
  • Il tiralatte elettrico può controllare facilmente l’aspirazione, regolare la forza liberamente, addio al dolore al petto. Aspirazione delicata senza problemi, sicura, comoda e sana
  • Motore silenzioso di design morbido ed elegante, solo 40–50 decibel. Il rumore è inferiore al parlare normale. A basso consumo di energia, poche vibrazioni, basso rumore, buon funzionamento
  • • Un morbido cuscinetto in silicone si adatta naturalmente fornendo una tenuta sicura e una perfetta aderenza che portano a un pompaggio più efficiente.
  • La ricarica USB consente di collegarlo a un’alimentazione mobile, è comodo e portatile. Piccolo e leggero, facile da riporre e da trasportare quando si va fuori.