In questa guida spieghiamo come scegliere il migliore box per bambini, valutando caratteristiche e prezzi dei vari modelli disponibili.

Cosa Sono i Box Bambini

Il box è un modo per tenere il proprio figlio al sicuro mentre ci si occupa delle cose da fare in casa.

Il box è un accessorio per la prima infanzia che è stato creato per semplificare le giornate dei genitori.
Si tratta infatti di uno speciale perimetro di gioco realizzato per garantire al bambino che viene messo all’interno la massima comodità e per permettere ai genitori di controllare il figlio presente all’interno.

Come Utilizzare il Box per i Bambini

Prima di scegliere il box, è importante sapere come si utilizza questo accessorio.

Per prima cosa, sarà il caso di abituare con calma il bambino all’uso dello strumento, dovrai tenerlo prima per pochi minuti nel box, poi, poco alla volta, il bambino comincerà a abituarsi, dandoti maggiore libertà di movimento. Per facilitare l’adattamento, è consigliabile rimanere per le prime volte vicino al bambino che si trova nel box, in modo che questo diventi un luogo conosciuto.

Alcuni bambini hanno difficoltà a abituarsi al box, mentre altri già dalla prime volte riescono a stare diverse ore all’interno del luogo protetto.

Per quanto riguarda l’età giusta per iniziare a utilizzare il box per neonati, può essere indicata nel sesto mese.
Risulta essere sconsigliato iniziare prima, a meno che il bambino non abbia già la capacità di stare seduto e di muoversi in maniera autonoma.

Il limite dei sei mesi, oltre che per motivi legati al movimento, viene stabilito anche per il fatto che la collocazione nel box rappresenta per il bambino un allontanamento dalle persone conosciute.

Come Scegliere Box per Bambini

Per scegliere il migliore box per bambini, prima di tutto, devi valutare quale forma risponde meglio alle tue esigenze. In base allo spazio che hai a disposizione in casa, puoi scegliere tra un box quadrato oppure uno rettangolare. Il bello dei box è che le misure sono abbastanza standard, quindi, prima dell’acquisto dovrai verificare se hai abbastanza spazio tenendo in considerazione queste misure, per i box rettangolari, sappi che la lunghezza è di 115 centimetri per 78 di larghezza. Ricorda che il box si può anche richiudere dopo l’utilizzo, i box rettangolari, una volta richiusi, hanno un lato da 24 centimetri e l’altro da 96, proprio per aiutarti a mettere in ordine. I box rettangolari rappresentano la soluzione giusta per chi non dispone di un appartamento grande, possono infatti essere posizionati utilizzando al meglio gli spazi grazie alla presenza di un lato più corto.

Il box quadrato richiede invece un maggiore spazio libero in caso, le misure non permettono infatti di infilarlo in spazi stretti. Il box quadrato ha i lati da 107 centimetri ciascuno per un’altezza di 75 centimetri. Anche in questo caso, potrai richiudere il box quando non ti serve più, recuperando spazio, il box avrà così misure di 22 x 107 centimetri.

Una soluzione pratica e divertente per i più piccoli è il cosiddetto box a chiusura dal basso. Invece di metterlo a posto, il box, una volta utilizzato, si trasforma in un tappetino, che il bambino può continuare a utilizzare per giocare. Il box avrà, con gli appoggi, i lati da 80 centimetri per un’altezza di 111 centimetri, mentre, una volta richiuso a tappetino, le misure saranno 82 x 25 centimetri.

Una volta individuata la forma più adatta per le proprie esigenze, è importante valutare alcune caratteristiche per individuare il  migliore box per bambini.

Il rivestimento esterno deve essere realizzato con materiali di qualità. Con molta probabilità, il bambino che ha dolore perché gli stanno spuntando i denti inizierà a mordere le parti in plastica. Per questo, le aziende devono utilizzare vernici che non creino problemi a tuo figlio.

Il fondo deve invece essere morbido. Il box deve infatti presentare un fondo resistente agli urti e realizzato con un materiali anti sfondamento, rivestito con un’imbottitura morbida, sicura in caso di cadute.

La rete di protezione, presente sui lati, deve essere costituita da una rete fitta, a maglia fine. La rete esterna non deve bloccare la visuale, deve permettere al bambino di capire dove si trova e ai genitori di controllare la situazione.

Le maniglie di sostegno sono un altro elemento importante. Trattandosi di bambini molto piccoli, ogni angolo del box dovrebbe avere una maniglia di sostegno. Se il bambino vuole alzarsi, ma non riesce da solo, allora potrà usare le maniglie per darsi il giusto sostegno. Le maniglie di sostegno hanno anche la funzione di dispositivi di blocco per la rete e devono essere imbottite con un materiale morbido.

Alcuni box dispongono di un tappetino da gioco, da posizionare sul fondo. Il tappetino è disponibile sia nei modelli a chiusura dal basso che in quelli tradizionali. Il tappetino deve essere una base per il gioco, realizzato con materiali di qualità e non pericolosi, una volta usato, si mette tranquillamente in lavatrice alle alte temperature, Alcune mamme, per non rovinare il tappetino, consigliano di lavarlo a mano e di non usare detersivi troppo aggressivi, per evitare che il bambino possa soffrire per irritazioni alla pelle.

Prezzi Box per Bambini

I prezzi dei box per bambini variano a seconda del marchio e della qualità dei materiali utilizzati.
I box bambini più economici possono essere trovati a circa 50 euro.
Quelli più costosi possono invece arrivare a circa 200 euro.

Tra i marchi più conosciuti possiamo segnalare Chicco, Cam, Brevi e Foppapedretti.
Nella scelta è comunque importante valutare le caratteristiche indicate in precedenza.

L’unico dubbio ora è dove cercare il box più adatto alle esigenze del tuo bambino. Puoi trovare i box in diversi luoghi.

Nei centri commerciali, dove hanno tutto. Questa scelta è un però sconsigliata, perché troverai pochi box tra cui scegliere, a prezzo abbastanza elevato e spesso di una sola marca. Questo ti potrebbe impedire di risparmiare qualcosa facendo un confronto, oppure di non trovare il modello che hai scelto.

Nei negozi per neonati. Qui la scelta è vastissima e i marchi sono in concorrenza tra di loro, ma attenzione, non sai mai se quello che ti viene proposto è un fondo di magazzino o un prodotto davvero nuovo.

Online. I migliori marchi ormai usano internet per offrire sconti e promozioni ai clienti affezionati, senza spese di spedizione in base alle offerte del momento. La cosa importante, prima dell’acquisto online, è avere la certezza che si tratti di un prodotto nuovo e mai utilizzato. Per questo, leggi attentamente la scheda del prodotto e utilizzai siti per valutare le opinioni dei clienti.

Vantaggi e Svantaggi del Box per Bambini

L’utilizzo del box per bambini ha sempre creato discussioni tra favorevoli e contrari, cerchiamo di capire quali sono i vantaggi e gli svantaggi principali di questo strumento.

Tra i vantaggi bisogna sicuramente indicare l’utilità.
Grazie al box, i genitori possono diminuire leggermente il livello di attenzione per qualche momento.
Inoltre, nel box il neonato può sperimentare una certa autonomia senza troppi rischi.
Ovviamente si tratta di un’autonomia limitata visto che lo spazio di esplorazione è ridotto.

Lo svantaggio principale deriva proprio da questo.
L’esperienza nell’ambiente circostante è un fattore che influenza la qualità dello sviluppo del bambino e il box da questo punto di vista rappresenta un limite.
Bisogna infatti considerare che il box bambini offre uno spazio troppo stretto per gli spostamenti a terra, può causare una verticalizzazione precoce del bambino che si tira in piedi sfruttando le braccia invece che le gambe, rappresenta un appiglio instabile per i primi passi laterali e limita l’esplorazione dell’ambiente circostante.

Il box deve quindi essere utilizzato in modo corretto, occasionale, e non con una modalità duratura nel corso della giornata.
Brevi utilizzi non provocano infatti rischi per lo sviluppo del bambino.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile scegliere il migliore box per bambini per le proprie esigenze in modo semplice e veloce.