In questa guida spieghiamo come scegliere i migliori walkie talkie per bambini.

I bambini di qualche generazione fa, che non avevano molti mezzi su cui contare, se non una dose praticamente inesauribile di fantasia, erano abituati a giocare al telefono unendo due semplici barattoli con un altrettanto semplice filo.

Da quei giorni le cose sono cambiate sensibilmente e i giocattoli per il divertimento dei piccoli di famiglia si sono fatti sempre più sofisticati e moderni. Quello che non è cambiato, invece, è il divertimento che i bambini provano proprio nel continuare a comunicare da luoghi relativamente lontani con i loro compagni di giochi.

Per assecondare questa tendenza, dunque, le varie case aziende hanno messo sul mercato degli strumenti più o meno sofisticati, a seconda dell’età del suo futuro proprietario. Ci riferiamo ai walke talkie che, con tanto di batterie e meccanismi elettrici, hanno decisamente sostituito il telefono a barattoli, a cui abbiamo accennato all’inizio, per rendere più realistico il senso di avventura.

A questo punto, dunque, stabilita l’attrazione naturale che esiste tra questo tipo di strumenti e i bambini, è importante fare delle dovute distinzioni e precisazioni per potere acquistare il modello migliore e, soprattutto, adatto alle reali necessità di gioco dei più piccoli. Il primo elemento da prendere in considerazione, dunque, è proprio l’età dell’appassionato esploratore. In caso contrario il rischio più grande sarebbe rappresentato dall’avere acquistato un oggetto dalle funzioni troppo complesse o, al contrario, troppo semplici. Per entrare più nello specifico, dunque, nel caso di bambini dai tre ai cinque anni, potrebbe rappresentare la scelta migliore l’acquisto di walke talkie giocattolo. Questo significa che, in realtà, l’oggetto non funziona realmente per quanto riguarda le comunicazioni ma consente di fingere. In questo modo i più piccoli, insieme ai propri compagni, possono simulare una conversazione segreta o avventurosa. Unico aspetto a cui prestare effettivamente attenzione, è che non ci siano parti pericolosamente piccole che potrebbero essere inghiottite.

Con l’aumentare degli anni gli elementi da prendere in considerare per scegliere e acquistare il miglior walkie talkie cambiano. In questo caso, infatti, l’oggetto deve presentare delle caratteristiche tecniche grazie alle quali il bambino può interagire con i propri coetanei anche a una certa distanza. A questo punto, però, con il variare delle caratteristiche, anche il costo subirà un aumento sensibile. Partendo dal presupposto che non è necessario dirigersi immediatamente verso il modello più costoso messo in commercio, si sconsiglia anche di risparmiare troppo. In questo modo, infatti, si correrebbe il rischio di comprare un walkie talkie dalla copertura insufficiente e inadatto a soddisfare le aspettative dei bambini. Un modello a basso costo, infatti, ha un raggio di azione corto ed anche una durata più breve delle batterie.

Detto questo, senza necessariamente scegliere un’opzione professionale, è possibile considerare la possibilità di acquistare un modello capace di fare muovere i bambini lungo una distanza di diversi isolati. I walke talkie più economici riescono a coprire una distanza massima di un chilometro. Se, invece, si ha bisogno di una prestazione maggiore, magari in caso di una festa all’aperto o di una caccia al tesoro, allora ci si deve comunque dirigere verso delle soluzioni più costose. Alcuni di questi riescono a coprire una distanza addirittura di cinquanta chilometri. Per ammortizzare e rendere più sopportabile la spesa, comunque, basta pensare che l’oggetto durerà per molti anni senza problemi.

Stabilite le varie caratteristiche tecniche, è possibile effettuare la propria scelta essenzialmente tra tre tipologie di modelli, palmare, auricolare e orologio da polso. Per quanto riguarda il primo caso, ossia il walkie talkie palmare, l’elemento caratterizzante è il pulsante push to talk e, in alcuni casi, anche una clip da cintura per portarlo comodamente. Il modello auricolare, invece, è caratterizzato essenzialmente da un microfono a braccio regolabile e viene indossato proprio come un normale auricolare. L’ultima opzione è rappresentata, come abbiamo visto, dal walke talkie da polso. In questo caso l’effetto da perfetta spia segreta è assicurato. Oltre a questo, poi, essendo stretto al polso del suo piccolo proprietario, è molto difficile che venga perso durante le scorribande avventurose organizzate, magari, durante una merenda all’aperto. A questo punto, osservati i diversi elementi da verificare in ogni singolo modello, proviamo a vedere quali sono le opzioni più interessanti messe in commercio.

Il primo è Retevis RT-628. Si tratta di una coppia di walke talkie che offre un ottimo rapporto tra qualità e prezzo. In questo senso, dunque, potrebbe rappresentare la scelta migliore di chi non vuole affrontare una spesa eccessiva senza, però, rinunciare alla qualità. A rendere Retevis particolarmente interessante è la robustezza del prodotto e le molte funzionalità messe a disposizione. Tra queste spiccano Vox, utile per parlare direttamente senza premere un pulsante di trasmissione, e la funzione monitor, in grado di amplificare anche i segnali più deboli. Per concludere, poi, i rumori di sottofondo vengono filtrati, mentre un timer controlla la durata delle chiamate. Per ricapitolare, dunque, tra gli elementi vantaggiosi c’è sicuramente la robustezza strutturale capace di fare durare a lungo l’oggetto e di renderlo resistente anche agli avventurieri più scatenati. Tra gli aspetti negativi, invece, spicca il funzionamento con sole tre batterie che devono essere sostituite con una certa frequenza.

Il secondo modello da prendere in considerazione è Retevis RT-602. Rispetto alla coppia di walkie talkie appena descritta, questa è più maneggevole e compatta, riuscendo, in questo modo, ad attrarre l’attenzione dei bambini più intraprendenti. Oltre a questo, poi, si registra anche la presenza di uno schermo su cui è possibile visualizzare il canale utilizzato, dell’avviso di chiamata, della torcia elettrica e di un blocco che impedisce la comunicazione nel caso in cui il canale scelto sia già occupato. Tra gli aspetti positivi di questo modello spiccano le batterie ricaricabili e la base di ricarica. Il tutto incluso nella confezione d’acquisto. Per quanto riguarda, invece, i lati poco funzionali si registra la delicatezza delle clip con cui fissare il walkie talkie alla cintura.

Interessante è anche Retevis RT-388. Le sue dimensioni sono notevolmente ridotte, ma questo elemento non rappresenta certo un limite. Anzi, nonostante sia adatto a essere afferrato da mani piccole, la sua capacità di portata è abbastanza ampia, considerato che raggiunge addirittura i 3 km. Grazie a questo aspetto tecnico, il walkie talkie può soddisfare ampiamente le esigenze di piccoli esploratori che non vogliono troppe limitazioni. L’apparecchio ha anche uno schermo retroilluminato, lo scan, grazie al quale segnalare il canale che si sta utilizzando, e un pulsante di blocco utile per evitare di modificare in modo involontario le varie impostazioni. Tra gli aspetti che arricchiscono il valore del modello, poi, c’è anche la funzione torcia, che offre un’illuminazione molto potente ed anche un segnale acustico per le chiamate in entrata.

Chiudiamo questa lista con IMC Toys 210035. Nello specifico ci troviamo di fronte ad un oggetto diverso da tutti quelli considerati fino a questo momento, visto che è dichiaratamente dedicato alle bambine. Il prodotto è realizzato e commercializzato dalla Disney utilizzando le immagini delle principesse Disney per essere utilizzato da piccole esploratrici. La portata del segnale non è particolarmente ampio. Oltre a questo, poi, i pulsanti di ricetrasmissione sono retroilluminati con delle luci. Questo particolare contribuisce a definire il maggiore punto di forza del modello, ossia un’estetica particolarmente gradevole. Per permettere di perfezionare e personalizzare l’aspetto, poi, il walkie talkie della Disney viene acquistato insieme ad una serie di autoadesivi da ammirare mentre si fanno due chiacchiere con le amiche.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile scegliere i migliori walkie talkie per bambini in modo semplice e veloce.