In questa guida spieghiamo come scegliere i migliori pattini a rotelle per bambini.

Molte volte si è rimasti incantati di fronte alle evoluzioni leggere e incredibilmente armoniche compiute da alcuni atleti sui pattini. A dirla tutta gli spettacoli e le prestazioni più apprezzate sono quelle sul ghiaccio, ma anche il pattinaggio su rotelle non è certo da lasciare in secondo pianto.

In particolare questo sport ha avuto un periodo di grandissimo successo negli anni ottanta, quando lungo le strade di New York o Los Angeles sempre più ragazzi osavano le loro personali quattro ruote per spostarsi velocemente da una parte all’altra della città. Tra mode metropolitane e gesto atletico, dunque, il pattinaggio su rotelle è diventato uno sport particolarmente apprezzato che sembra essere ritornato particolarmente di moda.

Come se non bastasse, poi, oltre al fascino senza tempo, questo tipo di attività ha effetti importanti sul fisico. Si tratta, infatti, di un’attività simmetrica. Questo significa che ha la capacità di mettere in movimento armonico tutte le parti del corpo, dando origine a una attività motoria completa che, oltretutto, educa anche all’eleganza, alla velocità e alla potenza.

Ma i benefici del pattinaggio a rotelle non terminano certo con questo. Risulta essere risaputo, infatti, che questo tipo di sport permette di stimolare l’equilibrio, conferendo anche una certa elasticità alle principali articolazioni degli arti superiori e alla colonna vertebrale. Riassumendo tutto questo, dunque, si ottiene un allenamento completo che, se praticato nel tempo con una certa costanza, porterà a ottenere dei miglioramenti evidenti per quanto riguarda alcuni aspetti come,la capacità respiratoria complessiva. Per questo motivo, dunque, il pattinaggio a rotelle è utilizzato anche come attività preparatoria per altri sport invernali come lo sci o, naturalmente, il pattinaggio sul ghiaccio.

Tra tutti gli aspetti considerati fino a questo momento, però, non bisogna dimenticare quello che potrebbe attirare maggiormente l’attenzione femminile. In sostanza, infatti, praticare il pattinaggio a rotelle aiuta a modellare il corpo in modo armonico, tanto da essere consigliato anche per curare le ginocchia valghe, presenti soprattutto nelle bambine. Infatti, facendo forza con il piede sul pattino per riuscire a avere una migliore presa a terra, il bambino mantiene le ginocchia nella giusta posizione. Detto tutto questo, dunque, se si sognava di volteggiare sui pattini e si hanno dei bambini di tre anni da introdurre allo sport, il pattinaggio potrebbe essere una delle migliori scelte possibili. Perché, però, ci si possa applicare in sicurezza, è fondamentale provvedere a scegliere e acquistare i modelli migliori di pattini a rotelle.

Vediamo, dunque, quali caratteristiche devono essere prese in considerazione per fare la scelta migliore. Il primo passo da fare è proprio la valutazione, più onesta possibile, del livello raggiunto e dello scopo da perseguire. Il che significa che, nel caso in cui si debbano comprare i primi pattini per i propri figli, non ci si deve lasciare tentare da modelli la cui struttura offre la possibilità di raggiungere prestazioni maggiori. In sostanza, dunque, trattandosi del primo paio di pattini, ossia di quelli che saranno utilizzati per acquisire le basi faticando, si deve puntare essenzialmente su dei modelli base che, però, abbiano delle caratteristiche come il growth compensator, ossia l’elemento che permette di adattare la misura del pattino.

Tra gli altri aspetti da considerare con attenzione, poi, c’è il telaio metallico con tanto di viti, quattro ruote con cuscinetti e degli specifici distanziatori tra i due cuscinetti interni presenti in ogni singola ruota. Questa dovrebbe avere un valore di durezza di 78A o 84A e un diametro tra 76 e 80 mm. Altro aspetto importante è il gambaletto, che ha anche il compito di agevolare nel mantenimento dell’equilibrio. Per fare in modo che svolga al meglio la sua funzione, comunque, non deve essere troppo rigido. Nella prima fase, infatti, serve solamente per imparare al meglio le basi della disciplina sportiva.

Per quanto riguarda i lacci, poi, è meglio scegliere modelli che abbiano una chiusura obliqua fino alla caviglia. In questo modo, infatti, si impediscono eventuali movimenti del tallone che non dovrebbero esserci. Questi elementi messi insieme su pattini che devono essere, prima di tutto, adatti al proprio caso e alla propria struttura fisica, rappresenteranno la base per evitare di dovere affrontare cadute e consentirà anche delle prestazioni migliori in pista.

Per potere pattinare al meglio o apprezzare i pomeriggi di allenamento e lezione, un passo fondamentale è non causare scomodità ai propri bambini. Questo si traduce, per quanto riguarda i pattini, nella necessaria comodità delle scarpe. Dunque, è bene specificare che queste, al momento dell’acquisto, possono essere avvertite abbastanza strette. Ecco perché è fondamentale scegliere per un modello di mezza misura in più di quella scelta per un normale paio di scarpe. Oltre alla comodità, poi, la scarpa deve anche calzare alla perfezione con un’altezza che dovrebbe andare poco al di sopra della caviglia. Comunque, per fare in modo che la vestibilità sia ottimale, si deve scegliere come materiale per la realizzazione la pelle o il vitello spazzolato. Da evitare assolutamente, invece, sono la plastica e le fibre sintetiche. Queste, infatti, sono veramente poco adatte alle necessità del pattinaggio, visto che non sostengono i movimenti del piede in pista. Per finire la descrizione tecnica di questo oggetto, non bisogna certo trascurare le rotelle. In questo caso il durometro è un valore importante da considerare, che si riferisce proprio alla durezza delle ruote. Questo particolare mette in evidenza che si deve prestare attenzione al tipo di modello scelto. Ecco, dunque, che una superficie dura e levigata deve essere montata nel caso in cui si preferisse agire sulla velocità, mentre ruote porose e non troppo dure agiscono sull’aderenza e la precisione.

Anche in questo caso, poi, il materiale utilizzato per la realizzazione svolge una funzione importante, che può agevolare alcune prestazioni o caratteristiche sportive e atletiche. Per esempio, le rotelle di cuoio e in microfibra scorrono nel migliore dei modi e, proprio per questo motivo, sono particolarmente consigliate per chi è già sufficientemente esperto. Nel caso in cui, invece, ci si avvicini per la prima volta al pattinaggio, allora è sicuramente meglio dirigersi verso dei materiali plasticati o di silicone di lunga tenuta. Questi, infatti, garantiscono un’ottima ammortizzazione impedendo, così, involontari movimenti che potrebbero portare a cadute.

Chiudiamo la descrizione tecnica di un pattino a rotelle da acquistare per i propri bambini con alcune considerazioni sui cuscinetti. In sostanza, è bene tenere presente che un ABEC 3 rappresenta la soluzione perfetta per quanto riguarda i pattini omologati, che devono portare il marchio CE. In questo modo, infatti, si garantisce la conformità agli standard sulla sicurezza previsti e regolamentati dalle norme che sono in vigore in questo momento.

Per concludere questa guida, è il momento di porsi la domanda più spinosa che riguarda i costi da dovere affrontare. Partiamo dal presupposto che, al momento dell’acquisto, è bene partire già con un budget fissato per muoversi in una determinata fascia di prezzo. Stabiliti i propri limiti, poi, il mercato offre varie possibilità che vanno da un minimo di 15 euro, fino ad un massimo di 100 per i modelli più elaborati e con le prestazioni più avanzate.

Seguendo i consigli proposti in questa guida è possibile scegliere i migliori pattini a rotelle per bambini in modo semplice e veloce.