In questa guida spieghiamo come scegliere il migliore binocolo per bambini.

Quando vediamo i nostri bambini troppo sedentari o pericolosamente legati a doppio filo ai loro videogiochi, ecco che scatta immediatamente la necessità di trovare delle attività in grado di stimolarli fisicamente e mentalmente in modo diverso. In questi casi, però, è anche facile cadere nel rischio di trasformare un potenziale divertimento in una specie di obbligo sempre più gravoso.

A questo punto, la soluzione migliore, potrebbe essere rappresentata dall’organizzazione di fine settimana dedicati a gite in perfetto stile piccoli esploratori. Non ci si deve certo imbarcare in avventure particolari. Per attrarre l’attenzione di un bambino, infatti, spesso è sufficiente una corsa fino al mare o una passeggiata in campagna e in montagna, dove potere ammirare il panorama o gli animali.

Ovviamente in questi casi è importante ricordarsi di munirsi di un binocolo e, soprattutto, di acquistarne uno anche per i propri bambini.

Per molti comprare questo tipo di strumento potrebbe rappresentare una spesa inutile o anticipata, rispetto allo sviluppo di un effettivo interesse da parte del proprio bambino rispetto alla contemplazione della natura. In realtà, però, non è mai troppo presto per dotare i più piccoli di oggetti dedicati al loro esclusivo utilizzo. In questo modo, infatti, non solo possono imparare a sviluppare un evidente senso di responsabilità nei confronti di un elemento potenzialmente prezioso e di loro proprietà, ma possono anche utilizzarlo con quella rudezza e goffaggine tipica dell’età infantile.

Ecco, dunque, un modo per coinvolgere i bambini in attività all’aria aperta e educarli al rispetto dell’ambiente circostante senza rischiare di vedere cadere a terra il proprio binocolo acquistato, magari, anche con qualche sacrificio. Per non parlare, poi, della minaccia subita dalle delicatissime lenti tra le mani piccole e sbadate di un bambino.

Detto questo, dunque, nel caso siate degli amanti delle passeggiate all’aria aperta e avete deciso di condividere la passione con i vostri figli, anche per scuoterli dalla pigrizia di videogiochi e televisione, allora è assolutamente fondamentale acquistare un binocolo per bambini. Ovviamente sul mercato è possibile trovare molti modelli che potrebbero soddisfare le esigenze economiche dei genitori e quelle più ludiche dei bambini.

Per fare in modo che l’acquisto abbia un senso ed una durata nel tempo, oltre ad ottenere un buon apprezzamento da parte del destinatario, è sconsigliato dirigersi verso dei modelli attraenti dal punto di vista estetico ma inconsistenti da quello tecnico. Si tratta, infatti, di semplici binocoli giocattolo in grado di garantire, al massimo, qualche grado di sfocatura. Il costo, ovviamente, è limitato e contenuto ma il bambino si stancherà molto presto di utilizzarlo, insoddisfatto per le basse prestazioni. Ecco perché è molto più conveniente, alla lunga, dirigersi, verso dei veri binocoli per bambini, dotati di valide qualità tecniche, in grado di introdurre i più piccoli in un’esplorazione e osservazione effettiva.

Per effettuare un acquisto utile, però, è il caso di prendere in considerazione alcuni element. Uno di questi è rappresentato dalle dimensioni del viso del bambino. Il binocolo, infatti, deve adattarsi perfettamente al viso del bambino, senza risultare troppo grande ed eccessivamente pesante. Il secondo aspetto ha una rilevanza fondamentale e, in qualche modo, riguarda gli occhi dei più piccoli. In modo particolare si invita a considerare con attenzione l’aspetto dell’ingrandimento. Molti genitori, presi da entusiasmo iniziale, infatti, potrebbero cadere nella tentazione di acquistare un binocolo con un livello alto di ingrandimento. Nulla di più sbagliato. In realtà è assolutamente consigliabile dirigersi verso modelli con livelli bassi come 8x. Non dimentichiamo mai che la vista dei bambini è ancora molto delicata e in continua fase di stabilizzazione. Per questo motivo un’immagine troppo ingrandita potrebbe avere risvolti negativi per la vista dei bambini. Un aspetto positivo dell’ingrandimento basso, poi, è rappresentato da un campo visivo molto più ampio. Tecnicamente parlando, infatti, un binocolo meno potente produce in uscita una pupilla più grande. Inoltre i binocoli dotati di lenti più grandi assorbono una quantità maggiore di luce e producono delle immagini più luminose. Unico aspetto negativo, in questo caso è la pesantezza del binocolo data proprio dalla grandezza delle lenti. Questo aspetto potrebbe incidere in un certo modo sull’attenzione dei bambini. Non è escluso, infatti, che questi si stanchino di tenere in mano il binocolo, con conseguente disinteresse nei confronti dell’elemento che si sta osservando.

A questo punto, dunque, per risolvere il problema, il consiglio è di dirigersi sempre verso modelli che, anche se con prestazioni inferiori rispetto a quelli progettati per adulti, sono facilmente maneggevoli perché più compatti e leggeri. Per finire, poi, alcuni potrebbero decidere di comprare un binocolo che non sia stato progettato essenzialmente per i bambini. A questo punto, oltre alla grandezza e alla pesantezza, si dovrà tenere conto anche di un altro aspetto, ossia la distanza minima interpupillare anche detta IPD. La maggioranza dei produttori affermano che i loro binocoli garantiscono la possibilità di regolare questo elemento. Nonostante questo, però, il consiglio è di verificare sempre la veridicità di alcune affermazioni.

Seguendo i consigli proposti in questa guida è possibile scegliere il migliore binocolo per bambini in modo semplice e veloce.