In questa guida spieghiamo come scegliere il migliore contenitore portagiochi per le proprie esigenze.

Chiunque abbia in casa un bambino capace di camminare, muoversi e, quindi, anche di spargere per l’intera abitazione le sue cose, sa perfettamente che ambire all’ordine è uno degli obiettivi più difficili da raggiungere. Il più delle volte, dunque, i genitori decidono di convivere questo stato di cose o di limitare il danno a una zona precisa della casa, ossia la cameretta del bambino in questione.

Per i più coraggiosi e gli indomiti, invece, non è assolutamente pensabile accettare di abitare tra orsetti, costruzioni, bambole e affini. Per non parlare dei fatidici pattini che, più di una volta, abbiamo visto avere degli effetti non piacevoli.

Dunque, in aiuto di chi ha deciso di combattere senza sosta il disordine, è arrivato un oggetto tanto semplice quanto utile. Stiamo parlando del contenitore porta giochi da posizionare strategicamente sotto il letto o negli angoli della stanza. Oppure in vista, se all’efficienza uniscono anche una gradevolezza estetica, per non parlare di proprie e vere scelte di design per bimbi disordinati ma con stile.

Come Scegliere Contenitore Portagiochi

Bisogna affrontare il problema dell’ordine facendo partecipare attivamente anche i vostri piccoli. Il segreto consiste, principalmente, nel renderli partecipati della scelta della cesta portagiochi da inserire nella loro cameretta. La speranza è che, avendo scelto il colore, la forma e il tema preferito, riescano a concepire l’atto del riordino come una sorta di gioco, o una conseguenza di questo, il riordino dei propri oggetti. Inoltre, la cesta permette ai più piccoli di vedere chiaramente tutti i giochi a propria disposizione e di sceglierli in modo semplice e veloce.

Per quanto riguarda lo stile di questo oggetto, bisogna nuovamente confermare che, se scelto con attenzione, può diventare un simpatico complemento d’arredamento capace di donare anche un tocco di colore e divertimento al luogo dedicato al gioco e allo svago. Per questo motivo in commercio troviamo diverse tipologie. Possiamo, infatti, da una semplice panca porta oggetti in cartone, dedicata alle bambine visto la nuance rosa, a un porta giochi con rotelle, comodo da spostare, con tanto di bambola decorativa. Per i maschietti, invece, si consigliano delle ceste in vimini azzurre o la cassapanca di legno. Ovviamente si tratta di un prodotto che si adatta perfettamente a dei bambini più piccoli e può essere scelto anche per le bambine.

Forme e colori sono importanti non solamente per incontrare il gusto dei piccoli o per abbinarsi alla perfezione all’arredamento della loro cameretta. In realtà, questo oggetto può avere più di una funzione. La prima è sicuramente educativa e da non sottovalutare. Inserendo una semplice cesta o cassapanca nell’ambiente personale del bambino, infatti, lo invitate a gesture autonomamente le proprie cose. Risulta essere chiaro, dunque, che in questo modo si cerca di sviluppare il suo senso di responsabilità e d’indipendenza. Non pensate che ci sia un’età precisa per cominciare a offrire questa possibilità. In realtà l’autonomia del vostro piccolo può e dovrebbe essere stimolata dai due anni in poi.

L’altro elemento nascosto dietro la semplice forma di un contenitore portagiochi è la fantasia. In realtà a trasformare una scatola in un oggetto magico è la fantasia che abita e caratterizza la mente di ogni bambino. Non è raro, infatti, vederli giocare con passione con scatole e affini, lasciando in disparte anche giocattoli sofisticati e attraenti anche per gli adulti. Questo, ovviamente, dipende da una visione, la loro, che non conosce ancora barriere razionali e risulta essere in grado di spaziare verso ogni tipo di realtà possibile e impossibile. In questo senso, dunque, una cesta per contenere i giocattoli può trasformarsi in un contenitore dove è riposto un tesoro segreto, o da utilizzare come nascondiglio personale durante immaginari assedi o salvataggi.

Il fatto è che, prima di arrivare all’età dei videogiochi, in cui dovrebbe essere d’obbligo lottare il più possibile per garantire un uso limitato di questi, è opportuno offrire qualsiasi strumento a disposizione per alimentare e nutrire il loro mondo fantastico. Così, per mantenere intatta la magia e, allo stesso tempo, garantire l’ordine delle proprie case, si consiglia di acquistare uno di questi contenitori porta gioco per ogni casa in cui il vostro piccolo si troverà a imporre il suo dominio. Questo significa che, inserire una cesta nella cameretta della casa al mare, per esempio, giusto per sistemare palette, secchielli e formine varie. Risulta essere così che, con un semplice oggetto quadrato o rettangolare, di legno o di cartone, il mondo degli adulti e quello dei bambini convivono senza entrare in collisione.

Seguendo le indicazioni presenti in questa guida è possibile scegliere il migliore contenitore portagiochi in modo semplice e veloce.