In questa guida spieghiamo come scegliere la migliore lavagna per bambini

Nonostante gli incredibili progressi mostrati dal particolare e immenso universo dei giocattoli, c’è ancora un oggetto che sembra mantenere intatto tutto il suo fascino antico. Si tratta della vecchia e cara lavagna che, uscendo dagli ambiti strettamente scolastici, ha riempito e continua a mantenere un posto molto importante nei pomeriggi creativi di molti bambini.

Risulta essere evidente, infatti, che i piccoli, che sappiano già scrivere o meno, sono attratti dall’attività del disegnare o, semplicemente, scarabocchiare utilizzando molti colori per dare libero sfogo alla loro immaginazione

In questo senso, dunque, la lavagna si trasforma in un foglio infinito e illimitato grazie al quale sperimentare, cancellare e ricominciare da capo per dare forma ad un altro sogno colorato.

Per questo motivo, dunque, il suo utilizzo è consigliato anche per favorire lo sviluppo della mente dei più piccoli, abituandoli così all’atto creativo. Stabiliti gli aspetti positivi dati dal possedere una semplice lavagna, collocandola nella camera dei propri figli o nella stanza dei giochi, si presenta, però, la questione della scelta. Se in passato esisteva solo il classico modello composto da una struttura in legno e dalla superficie scura sulla quale esprimersi grazie all’utilizzo di gessetti colorati, oggi il panorama e l’offerta si sono fatti più vari e complessi. Ecco, dunque, che accanto alle soluzioni tradizionali, fanno la loro apparizione anche le lavagne magnetiche, da utilizzare grazie all’aiuto di pennarelli particolari o evidenziatori.

Dato per scontato che tutte queste soluzioni hanno la medesima finalità, ossia intrattenere il bambino offrendo anche la possibilità di sperimentare e ampliare determinate attitudini artistiche e pratiche, la scelta di una lavagna dipende sicuramente da altri fattori.

Il primo è rappresentato dallo spazio. All’inizio abbiamo accennato alla possibilità di realizzare per i propri figli addirittura una camera dedicata al gioco. In questo caso, però, ci troviamo davanti ad un privilegio di pochi, visto le dimensioni ridotte degli appartamenti moderni. Per questo motivo, dunque, i piccoli di casa, nel migliore dei casi, devono giocare nella propria camera mentre, nel peggiore, si devono adattare ad uno spazio messo a disposizione in salotto. Ecco, dunque, che per soddisfare le loro naturali esigenze di svago senza essere circondati da confusione perenne, i genitori sono costretti a rivolgere i loro acquisti verso dei giocattoli pratici e che permettano di risparmiare spazio.

In questa logica rientrano proprio le lavagne magnetiche, soprattutto quelle a tappetino arrotolabile o portatili. Per quanto riguarda questo caso, poi, esistono in commercio delle variabili ad acqua. Questo significa che, mamme preoccupata per la manutenzione di mobili e tappeti, possono mettere da parte qualsiasi apprensione. In sostanza, per essere utilizzato, bisognerà solo riempire il pennarello di acqua. Il disegno, poi, sparirà una volta seccato, dando la possibilità ai piccoli di creare una nuova opera. Si tratta di un tipo di prodotto particolarmente consigliato per dei bambini piuttosto piccoli, orientativamente dai tre anni, ancora poco esperti nella gestione e nel controllo del colore. Altro vantaggio, poi, è l’assenza di una struttura portante che non va ad occupare uno spazio preciso in casa, rendendo l’oggetto facilmente trasportabile dal bambino in ogni ambiente e in diversi luoghi. Non bisogna dimenticare, infatti, anche il vantaggio di potere utilizzare questo tipo di lavagne come dei validi alleati per distrarre e intrattenere i propri figli durante spostamenti in macchina.

Allo stesso scopo, poi, possono servire le lavagne double face a forma di valigetta. Al loro interno è possibile trovare incluse anche lettere, numeri e simboli magnetici utili per fare in modo che i piccoli possano iniziare a scrivere, disegnare, dipingere o svolgere le prime operazioni.

Nel caso in cui, però, non si presentino particolari problemi nella gestione dello spazio casalingo, una scelta possibile e sempre particolarmente apprezzabile è la classica lavagna con cavalletto in legno dotata, però, di tutto l’occorrente, come una serie di gessetti colorati e l’irrinunciabile cancellino. In questo caso si tratta di un oggetto che trova la sua collocazione ideale proprio all’interno della stanza dei bambini.

Lo stesso vale per altri modelli più moderni e complessi come le lavagne double face con struttura in plastica. Per quanto riguarda questo strumento, su di un lato è posizionata la superficie magnetica, mentre sull’altro quella tipica per i gessetti. In questo modo, nel caso si abbiano due figli piuttosto vicini come età, è possibile farli giocare tranquillamente insieme, dando loro anche degli spazi d’azione precisi e separati.

Nel caso, poi, si voglia creare per il proprio bambino uno angolo completo e perfettamente attrezzato alle sue attività artistiche, allora è possibile optare addirittura per una scrivania con lavagna. Essendo rivolto in modo particolare ai più piccoli, questo tipo di prodotto è realizzato con materiale plastico multi colorato. A rendere veramente unico l’angolo creativo, però, sono i molti scomparti destinati ai colori e a tutto l’occorrente ma, soprattutto, un banco lavagna sollevabile e utilizzabile come spazio per deposito.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile scegliere la migliore lavagna per bambini in modo semplice e veloce.