In questa guida spieghiamo come scegliere la migliore tenda parasole da spiaggia per bambini.

Quando le temperature lo permettono e ci si avvia verso la stagione estiva, è piacevole passare dei pomeriggi al mare, soprattutto con i propri figli. Per quanto riguarda i bambini, poi, lo iodio e i suoi effetti, sono ampiamente consigliati.

Oltre a questo, però, portare i piccoli di casa in spiaggia prevede di prestare una certa attenzione anche ad altri tipi di problematiche. Il problema più grande, quello che potrebbe mettere seriamente in pericolo il piacere di una giornata trascorsa al mare, però, è proprio il sole.

Risulta essere ormai risaputo, infatti, quanto sia necessario proteggere i bambini. Per questo motivo è importante munirsi di un’ottima crema protettiva con schermatura totale, da stendere su tutto il corpo dei piccoli più di una volta nell’arco della giornata.

Nonostante questo, però, sarebbe opportuno amplificare l’effetto della crema solare tramite la creazione di una zona d’ombra dove fare riposare i bambini durante le ore più calde del pomeriggio. Solitamente la soluzione a questa necessità è rappresentata dal classico ombrellone, anche se, ultimamente, sulle spiagge italiane stanno facendo la loro comparsa le tende parasole. Ovviamente questo oggetto può essere utilizzato per lo stesso scopo anche in altre occasioni e ambienti come, per esempio, in campeggio e in campagna.

Detto questo, dunque, vediamo quali caratteristiche si devono considerare nel caso in cui si volesse comprare una tenda parasole da portare durante le prossime vacanze estive. Gli aspetti su cui ci si deve concentrare sono le dimensioni, il peso e i materiali, per finire con il colore e il design.

Iniziamo proprio con il valutare le dimensioni. Le tende parasole, infatti, possono variare soprattutto per la grandezza, da scegliere in base al numero di persone che si vogliono ospitare. Le versioni più comuni sono studiate per quattro posti. Per questo motivo, dunque, è importante fare un calcolo veloce relativo al numero di bambini da ospitare sotto la propria tenda.

La seconda caratteristica da valutare è il peso. In questo caso la motivazione è piuttosto semplice da dedurre. Trattandosi, infatti, di un prodotto destinato alle attività all’aperto e a seguire la famiglia nelle trasferte estive, la tenda da spiaggia ha l’esigenza di essere leggera per non affaticare dei genitori, già sommersi dai mille oggetti da non dimenticare per intrattenere i propri piccoli durante un pomeriggio al mare.

Stabilita l’esigenza di praticità da parte del prodotto, un aspetto sul quale non è assolutamente possibile sorvolare è la qualità dei materiali con cui sono realizzate le tende. Questi, infatti, devono garantire il giusto livello di protezione. Per questo motivo, dunque, in sempre più modelli vengono utilizzati dei materiali tecnici specifici in grado di creare un ambiente interno isolato dal punto di vista termico. Quindi non troppo caldo durante il giorno e, ovviamente, anche non freddo durante le ore serali.

Nei modelli di ultima generazione, dunque, vengono inseriti dei doppi tetti in poliestere e materiali termoisolanti e impermeabili. Per quanto riguarda l’ambiente interno, sono sempre consigliati dei materiali traspiranti. La struttura, poi, posa su pali in vetroresina, pali periscopici e picchetti di acciaio. Una volta controllati tutti questi elementi, però, si consiglia di prestare attenzione anche a un altro aspetto come l’identificazione della stagione in cui si vuole utilizzare la tenda parasole. Bisogna infatti considerare che una tenda non vale certo l’altra. Per questo motivo, dunque, le varie aziende hanno messo in commercio dei modelli per la primavera e altri più specifici per la stagione estiva.

Oltre a questo, poi, è anche il caso di non perdere di vista, come abbiamo già accennato, la praticità del prodotto, scegliendo i modelli più semplici e immediati per quanto riguarda il montaggio. Immaginate, infatti, di arrivare a destinazione sommersi da borse, giocattoli e accessori. In quel momento, invece di rilassarsi all’ombra, ci si deve dedicare all’assemblaggio della tenda parasole per i propri bambini. A quel punto è fondamentale avere comprato un modello in grado di essere montato con pochi movimenti.

Chiudiamo questo viaggio nel mondo delle tende parasole da spiaggia con alcune considerazioni sul design e i colori da scegliere. Ovviamente in questo ambito si lascia libero spazio al gusto personale, potendo scegliere tra fantasie molto allegre e tinte unite. Qualunque siano le proprie preferenze estetiche e l’atmosfera che si vuole creare, comunque, è consigliabile scegliere delle tonalità o tinte che aiutino ulteriormente nella schermatura del sole e contribuiscano a creare un ambiente fresco all’interno.

Seguendo i consigli proposti in questa guida è possibile scegliere la migliore tenda parasole da spiaggia per bambini in modo semplice e veloce.