In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere il migliore marsupio neonato per le proprie esigenze.

1ùCon l’arrivo della bella stagione, aumentano le occasioni di fare lunghe passeggiate. Per portare a spasso il proprio bambino, restando a mani libere, si può scegliere tra vari modelli di marsupi che tuttavia devono possedere caratteristiche essenziali.

Il marsupio porta neonati è un mezzo ideale per portare a passeggio piccoli, a partire da 2 fino a circa 7 mesi, a partire da quando cioè riescono a tenere dritta la testa senza incurvarsi troppo. Alcuni modelli tipo porte enfant però, sono adatti anche a trasportare il neonato già dai primissimi giorni di vita garantendo un’ottima comodità e sicurezza al neonato e al genitore. I marsupi porte enfant consentono di trasportare il bambino in posizione distesa.

Il tessuto interno, di solito in cotone, deve essere traspirante per fare stare tranquilli i genitori, mentre quello esterno in molti casi è in poliestere. Un buon marsupio per neonati è quello dotato di tasche per poter inserire le mani in punti strategici e sollevare il bambino aumentando così il contatto con il genitore o semplicemente tenerle al caldo quando fa freddo.

Caratteristiche del marsupio porta neonato

Prima di acquistare il marsupio è fondamentale che i genitori guardino attentamente tutte le caratteristiche del marsupio per valutare aspetti importanti come la sicurezza e il comfort in vista del benessere del bimbo.

Le cinghie
I marsupi sono realizzati in un’unica taglia: per questo, le cinghie devono essere facilmente regolabili, in modo che entrambi i genitori possano indossarli comodamente. Va tenuto presente che i modelli con “spallacci imbottiti” possono essere accorciati solo per metà della reale lunghezza, in quanto l’imbottitura impedisce di stringere oltre.
Si possono trovare sul mercato anche innovativi marsupi monospalla che con un’ampia tracolla, imbottita e sagomata, permette di sostenere il bebè senza affaticare troppo la schiena di mamma o papà e di indossare e togliere il marsupio con estrema facilità.

La robustezza
Risulta essere importante controllare che il tessuto sia morbido ma, allo stesso tempo, resistente, soprattutto nei punti sottoposti a maggior attrito da parte del bambino, come per esempio il passante situato all’altezza delle gambe e le cinghie. Anche le cuciture devono essere robuste e ben rifinite. Il marsupio deve inoltre, essere anatomico con schienale e poggiatesta rinforzati in modo da assicurare maggior sicurezza al bebè e più confort durante il trasporto.

Le fibbie
Devono svolgere una doppia funzione: chiudere con la massima sicurezza le cinghie (così da evitare aperture accidentali) e risultare molto maneggevoli in modo da poter essere aperte e chiuse dal genitore rapidamente e con una sola mano, senza necessità di aiuti da parte di terze persone.

Per poter sfruttare il più a lungo possibile il marsupio durante la crescita del proprio bambino, sono consigliati i marsupi che presentano fibbie laterali regolabili sia per facilitare l’accomodamento del neonato  nelle tre posizioni consentite e sia per allargarle e stringere a seconda delle necessità.

Il tessuto e l’imbottitura
Il materiale deve essere sfoderabile e quindi facilmente lavabile. Risulta essere opportuno controllare anche che sull’etichetta sia riportato il tipo di materiale e le istruzioni per il lavaggio. Comunque, di solito, il tessuto più usato è il cotone con imbottitura in ovatta.

Possibili accessori
Il marsupio può essere anche dotato di accessori molto utili come ad esempio un bavaglino di protezione, in spugna di cotone che protegge l’adulto da eventuali rigurgiti ed è facilmente asportabile, grazie alle chiusure in velcro. Può avere anche la visiera per riparare il neonato dal freddo, in inverno, o dai raggi del sole, nel periodo estivo e ancora delle tasche portaoggetti collocate sulla parte anteriore o lateralmente per evitare di dover portare ulteriori borse.

Come si indossa il marsupio porta bambini

Il marsupio si applica sul davanti e si allaccia dietro le spalle del genitore, per mezzo di due comode bretelle, chiamate “spallacci”, e di una cintura. Quasi tutti i modelli, poi, consentono di trasportare il bambino in tre diverse posizioni

Verso l’adulto, il corpo del piccolo è appoggiato contro il petto della mamma o del papà. In tale posizione, è più facile tenere sotto controllo il proprio bimbo. E’ la modalità più consigliata dalla nascita fino a circa quattro mesi d’età.

Verso l’esterno, in questo modo il bambino guarda l’ambiente circostante mentre la sua schiena poggia contro il petto dell’adulto. Questa posizione può essere introdotta a partire da quattro-cinque mesi di età, quando il bambino riesce a sostenere bene la testa e la schiena ed è in grado di interagire con il mondo, riuscendo a soddisfare meglio la sua curiosità per ciò che gli sta intorno.

Disteso, al bambino più piccolo può essere assicurata anche una posizione distesa con il viso rivolto verso la mamma.

Prezzi marsupio per neonato

I prezzi dei marsupi variano in base alla marca scelta e alle caratteristiche qualitative. Il costo di un marsupio si aggira intorno ai 20 o 30 euro per salire fino ai 60 euro. Le marche più conosciute sono Chicco, Inglesina, Cam il mondo del bambino, Brevi, United Colors of Benetton, Alda Baby e tante altre.

Seguendo i consigli proposti in questa guida è possibile scegliere il migliore marsupio neonato in modo semplice e veloce.