In questa guida spieghiamo come scegliere il migliore scivolo per bambini per le proprie esigenze.

Quando la stagione calda comincia a dare i primi segnali di arrivo, significa che per i bambini inizia un periodo da passare all’aperto impegnato in giochi dal fascino intramontabile. In particolare ci si riferisce a scivoli e altalene che dovrebbero arricchire parchi e ville comunali. Almeno in centri urbani sufficientemente organizzati e a misura di bambino.

Nel caso, però, siate tanto fortunati da possedere un giardino, potete attrezzare un’area gioco per i più piccoli fornita di tutto il necessario. Ovviamente fate attenzione a scegliere una zona ombreggiata naturalmente per proteggere i bambini dall’esposizione eccessiva al caldo e al sole.

Fatto questo, adesso andiamo a vedere come scegliere lo scivolo migliore, capace di essere esteticamente attraente, divertente e, soprattutto, sicuro. Questo elemento, poi, deve essere centrale al momento dell’acquisto, visto che, almeno nella tranquillità del giardino della propria casa, si dovrebbe lasciare i bambini liberi di divertirsi nel modo più tranquillo possibile. Perché questo avvenga, però, dovete tenere ben chiara che la scelta migliore dipende anche dall’età dei propri figli, visto che esistono dei modelli adatti a ogni età.

Prima di addentrarci nella scelta, però, vediamo come risulta essere composto uno scivolo. Si tratta, probabilmente, di uno dei giochi più semplici mai sperimentato e applicato. In effetti, è formato solo da una tavola inclinata a diverse altezze su cui scivolare. Ovviamente si accede attraverso una scala, anche questa inclinata e fatta per essere scalata agevolmente dai bambini.

Questa è la struttura base che può essere arricchita da elementi che interagiscono con la struttura originaria per creare un ambiente più avventuroso ricostruendo, per esempio, le torrette di un castello. Nel caso abbiate dei bambini molto piccoli, comunque, ricordate di accompagnarli sempre nell’avvicinamento al gioco e, soprattutto, come abbiamo accennato in precedenza, di scegliere un modello adatto a loro. Questi, per esempio, sono venduti proprio nei negozi dedicati all’infanzia e sono prodotti anche dalle ditte più note.

A questo punto, andiamo a fare una prima divisione in base al materiale con cui lo scivolo è realizzato. Il primo è il legno. La materia naturale, in questo caso, si adatta perfettamente all’ambiente esterno di un giardino ma, allo stesso tempo, ha anche l’esigenza di essere curato in modo particolare. Infatti, trovandosi costantemente all’esterno, dovrà essere trattato con dei prodotti in gradi di rendere lo scivolo resistente ad agenti atmosferici come il sole o la pioggia. Inoltre, secondo la grandezza della struttura scelta e dell’altezza, ricordate che potrebbe essere il caso di ancorare tutto al terreno. Questo renderà tutto più sicuro e a prova di bambino. L’ultimo elemento da tenere in considerazione nel caso scegliate uno scivolo di legno è lo spazio che avete a disposizione.

L’area giochi riservata ai bambini, infatti, non deve essere eccessivamente ristretta, visto che si deve offrire ai piccoli la possibilità di muoversi e correre agevolmente senza trovare troppi intoppi sulla loro strada. Se, invece, desiderate un modello più semplice che non richieda da parte vostra interventi e manutenzioni particolari, allora gli scivoli di plastica sono ciò che fa per voi. Per prima cosa, infatti, non richiedono alcun fissaggio al terreno, si monta facilmente, visto che tutti i pezzi s’incastrano l’uno nell’altro e resistono senza alcun problema a tutte le condizioni atmosferiche. Il danno massimo che possono subire, infatti, è una perdita di brillantezza da parte del colore. Ma si tratta di un effetto che avverrà con il tempo e la ripetuta esposizione al sole. Nonostante questa facilità di utilizzo, però, ricordate di disinfettarlo sempre prima che i vostri piccoli tornino a usarlo con l’arrivo della buona stagione. Per ottenere una buona pulizia basta utilizzare del semplice detergente e dell’acqua. In questo modo, infatti, sarete sicuri che i bambini scivoleranno sul pulito. Per facilitare il tutto, poi, ricordate di ricoprirlo con un telo durante l’inverno e, in caso sia possibile, spostarlo verso una zona del giardino più riparata e meno esposta alle raffiche di vento che potrebbero rovesciarlo. Comunque sia, tenete presente che lo scivolo in plastica è il più consigliato per dei piccoli avventurieri. A mano a mano che il bambino crescerà, poi, si avrà occasione di cambiare modello e osare altezze maggiori.

Se siete, poi, alla ricerca di un divertimento a prova di urto e che possa, così, garantire un livello di sicurezza quasi assoluto, allora è il caso di dirigersi verso gli scivoli gonfiabili. In questo caso stiamo parlando dei modelli che troviamo spesso nei parchi giochi più attrezzati o nelle feste private. Se, però, avete a disposizione un buono spazio esterno, potete fare un pensiero su questo tipo di scivolo e riflettere sui vantaggi e svantaggi di un acquisto. Per comprendere meglio, vediamo da cosa è composta la sua struttura. Dando per scontata la finalità del gioco, questi modelli sono composti di una struttura interamente gonfiata, dove lo scivolo è morbido e resistente al tempo stesso. La sua superficie liscia rappresenta l’insidia più grande, visto che rende molto facile e più veloce la scivolata. Per evitare, dunque, atterraggi troppo d’impatto, dunque, sarà obbligatorio porre al termine dello scivolo un lettino morbido dove i piccoli potranno adagiarsi a fine discesa. Per quanto riguarda le loro dimensioni, queste sono standard. Se, poi, si decide di collocarli nel proprio giardino, ricordatevi che è opportuno scegliere un posto dove il terreno sia in paro e non presenti nessun tipo di dislivello. Questo perché la struttura non viene ancorata in nessun modo al terreno ed è particolarmente leggera.

Proprio a causa di questo elemento, lo scivolo gonfiabile può essere utilizzato da bambini con un peso specifico. In caso contrario si rischia di danneggiare la struttura. In parole povere, quando andate ad acquistare un modello gonfiabile, dovete considerare sempre l’età e quindi la grandezza del vostro bambino. Questo, ovviamente, rende il prodotto particolarmente adatto a una prima infanzia. Come se non bastasse, poi, le forme che assumono e i colori sgargianti da cui sono caratterizzati, li rendono particolarmente appetibili agli occhi dei piccoli. Inoltre potrebbero rappresentare la scelta ideale per una festa di compleanno in esterno e, ovviamente, durante l’estate.

Chiudiamo questa guida tutto dedicato a uno dei giochi più antichi  con dei modelli particolari, ossia quelli dedicati all’interno. Effettivamente lo scivolo è abbinato immediatamente con l’esterno ma, in alcuni casi particolari, come asili, scuole e stanze da gioco, è possibile acquistare dei modelli particolari da interno. Questi, solitamente, sono in legno, hanno la stessa struttura di quelli posti in giardino ma, a differenza di questi, sono meno alto e, quindi, dotati di una pendenza diversa. Tutte queste caratteristiche ne fanno il prodotto ideale da utilizzare per il divertimento e l’intrattenimento dei più piccoli, soprattutto durante i mesi invernali, in cui freddo e pioggia impediscono loro di divertirsi all’aperto. Ricordate che, come abbiamo già accennato poche righe fa, lo scivolo da interni può arricchire una stanza della vostra casa dedicata esclusivamente al gioco e al tempo libero del piccolo. Ovviamente, viste le dimensioni attuali degli appartamenti, si tratta di un vero e proprio lusso cui non tutti i bambini possono aspirare. Ma, se siete nelle condizioni e nella metratura ideale, allora potete inserirlo tra gli elementi indispensabili, magari dopo aver dipinto i miri della stanza con fiori e alti alberi verdi, tanto per riprodurre la bellezza di un giardino.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile scegliere il migliore scivolo per bambini in modo semplice e veloce.