In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere la migliore sveglia per bambini per le proprie esigenze.

Chiunque abbia un bambino in età scolare o che deve essere portato all’asilo di prima mattina, sa perfettamente quanto è difficile spingerlo a alzarsi lasciando la comodità e il caldo del letto. Nei mesi invernali, poi, quando il calore del piumone invita alla pigrizia, diventa una vera e propria operazione impossibile.

Per farsi aiutare nell’impresa, dunque, molti genitori decidono di avvalersi dell’aiuto di un piccolo strumento che i propri figli impareranno a detestare molto in fretta. Ci stiamo riferendo alla sveglia, ossia uno strumento che li accompagnerà per grande parte della loro quotidianità.

A questo, punto, però, vediamo come rendere uno strumento dalle funzioni poco piacevoli in un compagno quotidiano. Il segreto, anche piuttosto semplice, consiste nello scegliere dei modelli in grado di suscitare simpatia e familiarità. Non bisogna mai perdere di vista, infatti, che la sveglia, almeno per quanto riguarda questo caso, deve andare a collocarsi nel migliore dei modi all’interno della camera di un bambino. Questo significa, dunque, che si dovranno preferire colori molto accessi e sembianze richiamanti personaggi dei cartoni animati o degli eroi particolarmente apprezzati dai bambini.

Senza contare, poi, che un certo tipo di sveglia può essere considerata anche come un elemento importante per completare l’arredo di una cameretta. Nel caso, dunque, debba rispondere, alle esigenze di un preciso stile, una sveglia potrebbe riprendere anche i motivi riportati sul piumone del letto o nell’arredamento. In alcuni casi, poi, le stesse aziende di oggetti dedicati all’infanzia offrono proprio soluzioni complete, abbinando lampade da tavolino e altri piccoli compendi di arredamento tra cui anche le sveglie.

Per fare un esempio molto semplice, dunque, nel caso si sia scelto un arredamento in tema Winnie The Pooh, non sarà difficile riuscire a trovare anche il modello di sveglia perfettamente abbinato. Le possibilità possono variare dalla testa del famoso orsetto a forme più classiche con, all’interno i personaggi che si muovono con lo spostarsi delle lancette. Per una bambina, invece, conquistata già dal romanticismo delle principesse Disney, non c’è che l’imbarazzo della scelta, potendo scegliere tra il personaggio più amato. In questo caso, poi, non è insolito imbattersi in un modello di sveglia dalla doppia funzione. Se, infatti, da una parte, dovrà tirare giù dal letto con dolcezza e grazia la bambina, allo stesso tempo può conciliare un dolce sonno grazie a una funzione carillon.

Nel caso in cui i propri figli stiano diventando grandi, tanto da sapere già leggere i numeri e avere consapevolezza del trascorrere del tempo, allora è il caso di cambiare genere. In questo caso, infatti, è consigliato dirigersi verso modelli più innovativi dal punto di vista tecnologico. In modo particolare sembrano avere conquistato particolare favore le sveglie dotate di proiettore. Ossia quelle in grado di illuminare la stanza con un fascio di luce proiettato sul soffitto. In alcuni casi, poi, una sveglia del genere, può andare anche a sostituire la classica luce notturna. Altre opzioni possono essere rappresentate da eroi di saghe fantascientifiche. Nel caso di bambini appassionati di questo genere, per esempio, non è certo una impresa impossibile aggirarsi all’interno del super popolato mondo Marvel, senza dimenticare il nuovo capitolo di Guerre Stellari.

Stabilito tutto questo, però, non bisogna farsi troppe illusioni per quanto riguarda l’apprezzamento nei confronti di una sveglia. Il suo inserimento nella quotidianità di un bambino potrebbe comunque essere osteggiato. Per rendere l’approccio meno traumatico, dunque, oltre all’aspetto esteriore, è bene fare attenzione anche al tipo di funzionalità proposto. In modo particolare i modelli più moderni offrono la possibilità di scegliere una suoneria personalizzata per svegliarsi in modo più semplice. Se poi, questa, viene anche scelta dal proprio bambino il risultato è sicuramente migliore. Ciò che non deve essere sottovalutato, infatti, è l’importanza di coinvolgere i più piccoli nella scelta di un oggetto che dovrà fare bella mostra sul loro comodino per molto tempo. Molti genitori, infatti, commettono l’errore di non condividere determinati acquisti con i propri figli per mantenere sempre alto il livello di buon gusto e stile all’interno della cameretta. Il consiglio, però, è di non fare troppo caso a questo elemento e di accettare anche eventuali cadute di stile, se queste rendono particolarmente felici i piccoli di casa. Può sembrare un particolare di poco conto, ma coinvolgere i bambini nella scelta della sveglia preferita può rappresentare un passo strategico per rendere lo strumento meno nemico. Lo stesso, dunque, si può dire anche per la melodia da programmare. I piccoli, infatti, sono particolarmente attratti dalla musica e potrebbe essere un colpo da maestro farlo svegliare proprio dalla sia melodia preferita. Dunque, per quanto possa sembrare poco importante e fondamentale, è bene scegliere un modello dotato di molte funzionalità e opzioni, giusto per poter contare su un certo numero di alleati.

Seguendo i consigli proposti in questa guida è possibile scegliere la migliore sveglia per bambini in modo semplice e veloce.