In questa guida spieghiamo come scegliere il migliore scaldabiberon.

Se il vostro bambino di pochi mesi è vivace e ha deciso di dimostrare tutta questa vitalità proprio nel mezzo della notte, c’è un oggetto a cui proprio non potete rinunciare per rendere il vostro risveglio meno traumatico. Ci stiamo riferendo allo scaldabiberon che, soppiantando il vecchio metodo a bagnomaria, rende possibile essere preparati alla possibilità di un pasto notturno. Il che significa avere un biberon letteralmente sempre in caldo, pronto per l’utilizzo. Grazie a questa invenzione, tanto piccola quanto essenziale, è possibile saltare molti passaggi come il controllo della temperatura del latte con la propria mano e, in caso sia necessario, il successivo raffreddamento. Con lo scaldabiberon, invece, si agisce in velocità e si soddisfano immediatamente le necessità del proprio bambino.

A questo punto, vediamo come agire in caso di un improvviso spuntino notturno. Per essere pronti all’emergenza basta preparare in anticipo un biberon di latte e riporlo in frigo. In questo modo, nel momento del bisogno, ossia quando il proprio bambino avrà deciso di ribellarsi a tutti i costi alla fame notturna, basterà accendere lo scaldabiberon, regolare la temperatura giusta e attendere solo pochi minuti prima che il latte sia pronto

Ovviamente questo prezioso alleato non è utile solamente durante la notte, anche se questo è il momento in cui le emergenze si fanno più pressanti e le urla di un neonato più forti. In realtà l’oggetto in questione può essere utilizzato in modo efficiente anche durante il giorno per rendere la quotidianità di una madre moderna, ossia sovraccarica d’impegni, più semplice. Non dimenticate, però, che lo scaldabiberon non è efficace solo nei primi mesi di vita del bambino, ma può accompagnare il piccolo per molto tempo. Almeno fino a quando il piccolo userà ancora il biberon.

Come Funziona uno Scaldabiberon

Nonostante si tratti di un piccolo elettrodomestico dalla funzionalità piuttosto semplice, sul mercato sono stati messi vari modelli tra cui dovere scegliere in base alle funzioni. Infatti, è limitativo dire che sia in grado di scaldare solamente il latte, visto che può essere utilizzato anche per i vasetti di omogeneizzati. Inoltre, alcuni modelli sono dotati di un vano refrigerante che può contenere al massimo 2 biberon, pieni di latte pronto all’uso. Questo cestello si può estrarre e trasportare comodamente in giro, utilizzandolo come contenitore termico. Altre tipologie, sono accompagnate da un cestello in grado di scaldare velocemente gli omogeneizzati, poco prima di essere consumati. Tutti questi modelli, comunque, sono dotati di una spia che indica se l’apparecchio è in funzione.

Inoltre la maggioranza degli scaldabiberon sono dotati anche di una presa e di un adattatore da inserire negli accendisigari della propria auto. In questo modo scaldare il latte durante le proprie gite pomeridiane sarà un vero gioco da ragazzi. Da quanto detto fino a questo momento è chiaro che lo scaldabiberon rappresenta un oggetto davvero pratico e facile da utilizzare, oltre ad essere adatto a ogni momento della giornata. Per finire, poi, alcuni modelli sono dotati anche da un segnale acustico il cui compito è avvertire quando il latte ha raggiunto la temperatura perfetta. A questo punto, se siete delle mamme in attesa, non disdegnate l’opportunità di inserire questo piccolo elettrodomestico tra i regali da chiedere ad amici e parenti per arricchire il corredo del piccolo. In questo caso vi consigliamo di scegliere uno dei modelli più completi, tanto per essere pronte a ogni evenienza futura, che si tratti di latte o di omogeneizzati.

Come Scegliere uno Scaldabiberon

La scelta del modello giusto non è semplice come può sembrare. Anche in questo caso, infatti, ci sono degli elementi da considerare. Uno di questi è l’utilizzo che si vuole fare dell’oggetto. Per essere più precisi, se avete in progetto di essere una famiglia attiva e spesso in movimento, è consigliabile dirigere la propria attenzione sul modello con spinotto adattabile alla macchina. In questo modo sarà possibile affrontare anche un viaggio con il proprio piccolo, senza rinunciare allo spirito di avventura e scoperta che vi ha sempre caratterizzato. Diventare genitori non significa rinunciare completamente alle proprie esigenze. Anzi, è ancora più soddisfacente potere condividere alcune emozioni con i propri piccoli, abituandoli anche ad affrontare le tempistiche di un viaggio. Insomma, tutto può essere possibile sempre che si sia dotati degli accessori giusti. Se, d’altra parte, non siete consumati dalla necessità di muoversi e viaggiare, potete optare per un modello molto più semplice ed essenziale, visto che servirà a un unico scopo domestico. Il che vuol dire lo scaldabiberon capace di contenerne uno solamente senza il cestello come accessorio.

Nel caso, invece, abbiate la necessità di realizzare pappe in velocità da preparare in corsa per ovvia mancanza di tempo, si deve scegliere il modello con cestello, cui abbiamo già accennato. In questo modo anche la pappa, è preparata in modo rapido. Infatti, mentre il brodo vegetale o di carne bolle e la pastina cuoce, lo scaldabiberon scalda in pochi minuti il vasetto.

A questo punto, dopo avere considerato l’evidente utilità dell’oggetto in questione, rimane solo un ultimo interrogativo da porre, quello relativo a dove risulta essere possibile comprare uno salcabiberon. Trattandosi di un prodotto dedicato ai più piccoli, è consigliato acquistarlo presso i migliori negozi di prima infanzia. Assolutamente consigliato, invece, è anche l’utilizzo della rete. Acquistare lo scaldabiberon in rete, è davvero un’ottima idea. Qui, infatti, è possibile trovare molti negozi on line dedicati ai più piccoli. Inoltre è possibile avventurarsi anche nei molti mercatini dedicati ai bambini. Detto questo, però, dovete considerare anche la possibilità di poter acquistare un buon scaldabiberon di seconda mano. Questo perché non viene a contatto direttamente con alimenti a nodo, ma solo dentro al biberon o nei classici vasetti di omogeneizzato. Se invece, come capita alle mamme al primo figlio, desiderate acquistare tutto nuovo per il vostro bimbo, potete rivolgervi sempre tramite internet, ai tanti negozi specializzati.

Alcuni di questi vendono esclusivamente online. Per altri, invece, è possibile conoscere la filiale più vicina e comoda dove potete andare a toccare con mano lo scaldabiberon che desiderate acquistare. Potete ovviamente, farvelo regalare da amici o parenti e quando non lo userete più, potete metterlo in vendita sul sito di aste online per offrire ad altre mamme la possibilità di usufruire di questo prezioso alleato nella gestione quotidiana del piccolo. Sconsigliato, però, è l’acquisto nei centri commerciali. Qui, infatti, la scelta è praticamente nulla. Anzi, a volte viene proposto un solo modello di un’unica marca e, non avendo alternative, si è costretti ad acquistare quello sullo scaffale senza alcuna assistenza. Il consiglio migliore, prima di acquistare un biberon, è di addentrarsi tra le infinite vetrine presenti sul in rete. Questo sarà utile per confrontare opinioni, prezzi e recensioni fino a individuare il modello che potrebbe soddisfare maggiormente le vostre esigenze e, ovviamente, quelle del bambino. Non bisogna infatti dimenticare un particolare, è il piccolo a dettare in qualche modo legge sulle caratteristiche che lo scaldabiberon deve avere. Ai genitori rimane la possibilità di considerare l’investimento economico e alcuni elementi tecnici in grado di soddisfare il loro bisogno di praticità.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile individuare il migliore scaldabiberon per le proprie esigenze in modo semplice e veloce.