In questa guida spieghiamo come scegliere i migliori giocattoli in legno.

Rispetto a quanto avveniva in passato, oggi le aziende dedicate agli oggetti per l’infanzia si concentrano sulla realizzazione di giocattoli sempre più colorati e raffinati. Un elemento distintivo, sicuramente, è quello tecnologico che, applicato anche all’aspetto puramente ludico, ha traghettato i giochi verso una modernità che, però, potrebbe non essere sempre positiva.

In realtà, infatti, troppa autonomia e iniziativa da parte del giocattolo stesso potrebbe portare a una diminuzione dello spirito fantasioso dei più piccoli. Per questo motivo, dunque, non è un caso che la nuova tendenza segua un ritorno al passato attraverso l’utilizzo di elementi dalla forma e dal materiale naturale come il legno.

Ecco, dunque, che proprio i giocattoli di legno sembrano contendere una buona dose di mercato a delle offerte solo apparentemente più sofisticate.

Le motivazioni alla base di questa tendenza dal sapore un po’ vintage trovano conferma in diverse caratteristiche. Per prima cosa, infatti, i giocattoli di legno hanno iniziato a soppiantare quelli in plastica nelle preferenze dei genitori per dei motivi legati essenzialmente alla sicurezza dei piccoli. Questi, infatti, sono abituati a portare alla bocca qualsiasi oggetto, compresi i loro giochi. Un gesto naturale, però, potrebbe presentare delle insidie nel caso di materiali potenzialmente pericolosi. Un’evenienza, questa, invece, che non si presenta nel caso di un prodotto realizzato in legno che, nella propria naturalezza, riconosce proprio il pregio maggiore. Oltre a questo, poi, le forme sono tendenzialmente tonde e smussate, prive di angoli duri e spigolosi che potrebbero creare degli inconvenienti.

C’è un altro elemento particolarmente caro ai genitori. Ci si riferisce, in modo particolare, a quello economico. Per riuscire a offrire ai propri figli la giusta dose di divertimento e svago, tenendo in considerazione le diverse possibilità economiche, una soluzione è rappresentata proprio dalla scelta di giocattoli di legno. Per essere onesti, bisogna precisare che, all’inizio del loro ritorno di moda, questi oggetti non si sono certo messi in evidenza per i costi concorrenziali. Come spesso accade, però, più una tendenza si impone sul mercato e maggiore sono le soluzioni offerte in grado di soddisfare tutte le esigenze delle diverse fasce di mercato. Non è un caso, dunque, che alcuni marchi più economici offrano una buona selezione di giocattoli di legno dedicato a chi intende il momento ludico in modo diverso.

Per il momento la scelta di un eventuale gioco di legno è stata considerata esclusivamente dal punto di vista di uno sguardo adulto. Quello, però, che al momento dell’acquisto conviene chiedersi riguarda le caratteristiche in grado di attrarre in modo così deciso l’attenzione dei propri piccoli. Non è raro, infatti, assistere alla loro evidente indifferenza di fronte ad un gioco troppo sofisticato e, se vogliamo, complesso. Al contrario, invece, possono dimostrare un improvviso entusiasmo per un semplice mestolo di legno che, a prima vista, sembra non avere proprio nulla di particolarmente attraente. In questo caso il segreto consiste proprio nell’andare ad approcciare il giocattolo con lo sguardo curioso e colmo di fantasia di un bambino. Proprio l’essenzialità delle forme e della struttura, infatti, offre libero spazio a qualsiasi interazione e applicazione senza doversi scontrare con un aspetto tecnologico che, invece, definisce troppo chiaramente la natura dell’oggetto e la sua funzione.

In questo senso, dunque, il giocattolo di legno può essere considerato un elemento positivo per lo sviluppo della mente dei più piccoli. Questo dipende essenzialmente dal fatto che i giochi più moderni sono progettati per fare, mentre quelli dal gusto più antico inducono i bambini ad agire, mettendo in moto il loro mondo mentale. Stabilito tutto questo, vediamo quali sono oggi i giocattoli di legno più apprezzati proprio dai piccoli di casa.

A occupare la postazione più alta è il classico trenino di legno. Senza dovere acquistare modelli troppo accessoriati e, ovviamente, meccanizzati, i genitori rimarranno stupiti nel riscontrare quanto i propri figli possono apprezzare delle soluzioni più basiche. Queste, infatti, diventano compagni di gioco grazie ai quali lanciarsi in mondi fantastici e misteriosi dove tutto è possibile.

Altro giocattolo di legno particolarmente apprezzato sia dai genitori che dai bambini è il puzzle di legno. In questo caso, infatti, si offre uno strumento essenziale per sviluppare la manualità dei piccoli ed anche le loro capacità associativa nella ricomposizione di forme e colori. Per poter coinvolgere anche degli amichetti e permettere di giocare in compagnia, poi, uno strumento essenziale è la Memory Tombola. In questo caso specifico vengono distribuite le caselle, si pesca una tessera e si spinge i partecipanti a indovinare il soggetto dell’immagine. Una volta ottenuto il risultato, poi, si consegna l’immagine al giocatore corrispondente. Anche in questo caso ci si trova di fronte ad un’attività grazie alla quale stimolare molte peculiarità intellettive dei più piccoli. Oltre a questo, poi, anche per un adulto potrebbe essere sorprendente e istruttivo assistere a queste sedute di gioco, ascoltando quante soluzioni fantasiose e incredibili nascono dalla mente dei più piccoli.

Seguendo le indicazioni presenti in questa guida è possibile scegliere i migliori giocattoli in legno in modo semplice e veloce.