In questa guida spieghiamo come scegliere le migliori pantofole per bambini.

Secondo alcuni esperti, soprattutto in presenza di problematiche specifiche, sarebbe opportuno permettere ai propri figli di camminare senza scarpe, almeno per quanto riguarda alcune situazioni. Il consiglio, in particolare, prevede l’ambiente casalingo della propria casa e l’arenile della spiaggia.

Non sempre, però, è possibile accogliere questo consiglio, soprattutto nel caso in cui la propria casa non preveda la presenza di pavimenti in parquet in grado di mantenere e garantire il giusto calore anche ad un bambino che cammina con le sole cale anti scivolo.

Ecco, dunque, che in questo caso è necessario e fondamentale munirsi delle pantofole. Anche in questo caso, però, non si tratta di un acquisto da concludere con facilità, basandosi esclusivamente sull’aspetto estetico e giocoso.

A questo punto, dunque, vediamo quali caratteristiche è necessario considerare per arrivare al migliore acquisto per la comodità del piede dei propri piccoli. Come per qualsiasi tipo di calzatura, anche in questo caso è opportuno fare una distinzione a seconda dell’età e del livello di sviluppo. La scelta più semplice riguarda sicuramente il primo anno di vita. In questo caso, infatti, la pantofola non dovrà accompagnare il bambino nei suoi passi o sostenere il piede in determinate situazioni. Trattandosi di neonati, dunque, la funzione è essenzialmente quella di mantenere la parte al caldo, garantendo comodità. Ecco, dunque, i genitori si possono lanciare nell’acquisto di un numero infinito di pantofole o calzettine di lana. Le più capaci con i lavori manuali, poi, possono realizzarne alcune anche a maglia o all’uncinetto. In questo caso, però, è fondamentale scegliere il filato più adatto. In commercio, infatti, ce ne sono alcuni anallergici e particolarmente delicati pensati proprio per la pelle dei più piccoli.

Con l’andare del tempo e l’avventura dei primi passi, anche le pantofole devono cambiare. In questo caso i modelli migliori devono garantire alcuni elementi come la comodità, la sicurezza nell’abbracciare il piede senza costringerlo, la facilità nell’essere indossate ed una certa scioltezza nei movimenti. In questo modo, dunque, i bambini, durante i loro primi anni, possono muoversi e giocare tranquillamente in casa senza sentirsi troppo costretti, ma ugualmente sostenuti nei loro passi. Un altro elemento fondamentale, poi, che non deve mai mancare per la sicurezza del piccolo, è la suola antiscivolo. Risulta essere essenziale, infatti, partire dal presupposto che è impossibile tenere sotto controllo costantemente ogni movimento dei propri figli e che, allo stesso tempo, non è certo positivo proibirgli di muoversi e sperimentare. Per questo motivo, dunque, una buona suola antiscivolo può diventare una valida alleata, permettendo al bambino di godere i suoi momenti in casa senza troppe restrizioni di movimenti e ai genitori di essere relativamente tranquilli.

Oltre alla libertà nel gioco, poi, in questi anni particolari di evoluzione, la pantofola può rappresentare anche un mezzo per acquistare sempre più autonomia e sicurezza nello svolgere alcuni gesti come quelli legati al vestirsi da soli. Ecco, dunque, che una soluzione valida può essere rappresentata dalle pantofole morbide dotate di un elastico dietro al tallone o sulle bande laterali. In questo modo i più piccoli potranno indossarle e toglierle da soli, iniziando in questo modo il loro lungo percorso verso l’autonomia.

Ultimo aspetto da considerare, anche in questo caso, è l’estetica. Si tratta di un elemento importante, a suo modo, e che potrebbe essere addirittura di aiuto per superare le resistenze di alcuni bambini ad indossare le prime pantofole. Bisogna considerare, infatti, che i gesti normali e consuetudinari per gli adulti, sono nuovi e potenzialmente rifiutabili da qualsiasi bambino. Questo che non è raro trovarsi a dovere affrontare un figlio assolutamente deciso a non indossare questo nuovo oggetto. Ecco che, per superare il capriccio, una pantofola particolarmente graziosa, colorata e dalle fantasie divertenti potrebbe trasformarsi in una vera e propria arma segreta da sfruttare all’occasione.

Tra resistenze, sperimentazioni, nuove autonomie e favole i bambini crescono e arrivano ad un’età, che quasi sempre coincide con quella scolare, in cui le pantofole sono entrate ormai nella loro quotidianità. In questa fase particolare, oltre a considerare i normali standard di comodità, i genitori dovranno prendere in considerazione anche le esigenze e i gusti dei propri figli. Risulta essere essenziale essere coscienti che si ha a che fare con dei bambini in cui è chiaro ciò che apprezzano e ciò che rifiutano, anche in fatto di pantofole. Ovviamente la scelta è più semplice di quanto possa sembrare a prima vista. Sarà sufficiente dirigersi verso dei modelli dedicati, ad esempio, alla squadra del cuore o, per le ragazzine, al personaggio del proprio cartone animato preferito.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile scegliere le migliori pantofole per bambini in modo semplice e veloce.